il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Piscina convertibile, approvato il progetto esecutivo

Adeguamento e messa a norma

Piscina convertibile, approvato il progetto esecutivo

La piscina comunale di Cremona

CREMONA - E' stato approvato dalla Giunta il progetto esecutivo relativo ai lavori di adeguamento e messa a norma della piscina convertibile, decisione che permette all'Amministrazione di inoltrare domanda per l'accesso ai contributi in conto capitale a fondo perduto per la riqualificazione degli impianti sportivi di proprietà pubblica messi a disposizione dalla Regione Lombardia per il 2014. Il costo complessivo dell’intervento ammonta a 268.500,00 euro.

La piscina convertibile fa parte del complesso delle piscine di proprietà comunale costituito dalla piscina coperta (ormai dimessa) e dalla piscina olimpionica. E’ stata realizzata nel 1985, ha la copertura della vasca scorrevole per cui può essere utilizzata nel periodo invernale come piscina coperta e nei mesi caldi come lido estivo. L’impianto può essere utilizzato per gare di nuoto e pallanuoto (sono presenti due piccole tribune per circa 200 posti a sedere) ma anche per corsi di sub, considerato che la profondità massima della vasca raggiunge i 4 metri. Con la chiusura della piscina coperta, l’intervento sulla convertibile risulta fondamentale per garantire gli spazi acqua alle numerose società sportive che usufruiscono dell’impianto e alla cittadinanza. Dalla data della sua costruzione non sono mai stati effettuati interventi manutentivi di rilievo, se non quelli di manutenzione ordinaria, per cui ora si rendono necessari importanti interventi per ovviare ad alcune criticità, primo fra tutti il rifacimento della copertura.

“Nel corso degli anni – dichiara l’assessore al Welfare di comunità, Servizi alle Famiglie e alla Persona con delega allo Sport Mauro Platè - sono stati eseguiti solo parziali interventi di ripristino sull'impermeabilizzazione della copertura in guaina. Sia nella zona della vasca che nella zona spogliatoi e servizi sono presenti infiltrazioni che creano problemi. Il progetto approvato oggi prevede un intervento strutturale che si ritiene improrogabile per permettere il normale funzionamento dell'impianto sportivo. La pronta approvazione del progetto esecutivo e la partecipazione al bando della Regione Lombardia mostra l'impegno dell'Amministrazione per la promozione degli sport natatori e l'attenzione alla situazione delle piscine. L’altra importante criticità alla nostra attenzione riguarda l’impianto di trattamento aria che non garantisce più la perfetta aereazione dei locali. Il nostro impegno è quello di ripristinare la piena funzionalità dell’intera struttura anche per facilitarne la gestione, ben sapendo che si tratta di una delle strutture sportive più utilizzate dai cittadini; basti pensare che gli ingressi per il nuoto libero sono più di 66.000 ogni anno.”

I lavori previsti, che si prefiggono di ovviare a tutte le carenze sopra descritte, nonché a quelle igienico sanitarie e di sicurezza, consistono nell'impermeabilizzazione della copertura attraverso la posa di impermeabilizzazione a spruzzo che ben si adatta alle caratteristiche della struttura della copertura della vasca. Questa soluzione permette di evitare la rimozione della guaina esistente con un notevole abbattimento dei costi. Sarà poi effettuato lo scrostamento e il rifacimento dell’intonaco ammalorato a causa delle infiltrazioni dalla copertura. Altri lavori sono la ritinteggiatura con idropittura traspirante e idrorepellente e la sostituzione dell’impianto di trattamento aria.

15 Ottobre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000