il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


INTERVENTO NEGLI USA

Aurora sorride grazie alla Giorgio Conti

La 16enne è stata operata in California per una grave forma di scoliosi idiopatica che ne aveva compromesso i movimenti e la vita

Aurora sorride grazie alla Giorgio Conti

Aurora con il chirurgo George Picetti

CREMONA - La felicità è il sorriso di Aurora che ritrova la vita. Le foto raccontano tutta la sua gioia e quella dei suoi genitori: Aurora, 16 anni, sta bene, l’intervento chirurgico in California a Sacramento, presso il Sutter Medical Health Center Foundation, che le ha restituito la capacità di rimettersi in piedi, è andato nel modo migliore, nonostante le difficoltà del caso. Un intervento reso possibile grazie all’intervento economico, fondamentale, dell’associazione Giorgio Conti che ha supportato la famiglia e ha finanziato le spese dell’operazione e della trasferta. L’operazione è stata effettuata da George Picetti per risolvere, con una tecnica praticata solo nell’ospedale statunitense, i problemi causati alla ragazza dalla scoliosi idiopatica, subentrata qualche anno dopo la nascita.

Le parole non bastano a esprimere e raccontare l’emozione di mamma Pierina: «Devo dire grazie al dottor Picetti che ha operato Aurora e che le è stato accanto in ogni istante, incoraggiandola e dandole sicurezza. Un pensiero particolare a tutti coloro che ci hanno aiutato e alla Associazione Giorgio Conti verso la quale io e la mia famiglia esprimiamo la nostra gratitudine, dal profondo del cuore. Prima dell’operazione — continua la mamma di Aurora — mia figlia piangeva, il dottore le ha preso la mano e le ha dato forza. Quando è uscito ha detto ‘Aurora respira da sola, muove i piedi. Ci siamo abbracciati e siamo scoppiati a piangere. Ci manca molto, siamo in contatto via mail tutti i giorni, ma sia noi che Aurora sentiamo molto la sua mancanza. In dicembre torneremo in America per un controllo, poi Aurora dovrebbe tornare a scuola. In questi giorni amiche ed amici di scuola sono venuti a salutarla. E’ una emozione fortissima, una gioia indescrivibile, grazie, grazie a tutti per averci aiutato. Grazie alla Giorgio Conti, alla signora Adriana, a Carlo, a Viso che ci sono stati vicini».

Anche il papà Ivan Cazzulani non sta nella pelle: «Non potevamo chiedere di più. Dico solo che quando il dottor Picetti è uscito dalla sala operatorio e ci ha mostrato la lastra della spina dorsale, non potevamo credere ai nostri occhi. Picetti ha voluto accanto a sè, oltre alla compagna e collega Tina, anche il miglior assistente della sua équipe. Alla Giorgio Conti e a tutti coloro che ci hanno dato una mano le parole per dire grazie non saranno mai sufficienti».

Servivano 115mila dollari, alla famiglia della 16enne di Casirate d’Adda — provincia di Bergamo, diocesi di Cremona —, per sostenere le spese previste dal modello sanitario americano. Papà Ivan e mamma Pierina li hanno raccolti grazie alle donazioni di enti, aziende, Avis e privati che si sono mobilitati dopo la lettera appello pubblicata il 25 giugno scorso sul quotidiano La Provincia.

Decisivo l’intervento ancora una volta dell’associazione Giorgio Conti, in prima linea da subito, con la presidente Adriana Conti Rinaldi, che guida l’associazione insieme al marito, l’ingegner Carlo Conti, e a Viso Visigalli, da sempre punto di riferimento insostituibile dell’associazione.

«E’ una grande soddisfazione sapere che tutto è andato bene — dice Adriana Conti — Il nostro impegno insieme alla generosità di tanti cremonesi ci ha consentito di aiutare Aurora e la sua famiglia. Da tanti anni l’associazione aiuta le famiglie bisognose di bambini colpiti da gravi malattia.

14 Ottobre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000