il network

Domenica 23 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


SONCINO

Riconosciuti e denunciati gli aggressori del custode

Il 34enne senegalese venne aggredito violentemente, lo scorso 16 aprile, da tre romeni residenti a Soresina

Riconosciuti e denunciati gli aggressori del custode

I carabinieri al parco La Pedrera

SONCINO/SORESINA - Il 16 aprile scorso, verso le ore 13.30, lungo le sponde del fiume Oglio, un 34enne senegalese che stava svolgendo le mansioni di custode del parcheggio al parco La Pedrera venne aggredito violentemente da alcuni stranieri. Sul posto intervenivano i carabinieri della locale stazione accertando che effettivamente la vittima aveva subito un’aggressione molto violenta da parte alcuni avventori che, giunti poco prima, avevano inizialmente preteso di entrare senza pagare e, dopo essere entrati pagando il prezzo del parcheggio, erano poi usciti pretendendo però la restituzione del denaro, senza peraltro esibire la ricevuta. Di fronte al diniego alla restituzione del denaro (5 euro) i tre hanno dapprima cominciato ad insultare e minacciare il custode senegalese per poi passare alle vie di fatto, picchiandolo violentemente tanto da procurargli fratture agli arti. Dalle testimonianze raccolte sul posto e dalla visione delle telecamere posizionate lungo la strada i carabinieri di Soncino, guidati dal Luogotenente Rosin, riuscivano ad identificare i tre malviventi che venivano successivamente riconosciuti sia dalla vittima che da alcuni testimoni presenti durante l’aggressione. Si tratta di tre rumeni residenti a Soresina (due 40enni e un 20enne) con diversi precedenti penali, che sono stati deferiti alla Procura della Repubblica per lesioni aggravate in concorso ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza, nonché muniti di proposta di foglio di via per tre anni dal Comune di Soncino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

12 Maggio 2017

Commenti all'articolo

  • vittorio

    2017/05/14 - 08:08

    Probabile che in romania le discussioni si risolvono così , normalmente e abitualmente.

    Rispondi

  • cristian

    2017/05/12 - 16:04

    Mi risulta che siano diversi anni che alla Pedrera di Soncino ( Soresina non c'entra niente) ci sia la cosiddetta "tassa" per permettere di entrare in auto. Ma che io sappia, non ho mai visto nessuno a "riscuotere denaro". Siamo sicuri che questo clandestino sia stato incaricato veramente dal proprietario della Pedrera... e non sia invece un'altro "simil-collega" dei parcheggiatori abusivi che stanno infestando Cremona? E poi.. dato che il parco è frequentato da anni soprattuto da gente dell'Est, e di episodi simili non mi pare di averne notizia, siamo sicuri che il clandestino non abbia nessuna colpa ? ( di solito a ogni azione, corrisponde una reazione ) Sbaraini Cristian

    Rispondi

    • Giampaolo

      2017/05/13 - 19:07

      Il livore e l'astio verso i diversi si manifesta in questo suo commento. Abusivo o autorizzato, non giustifica l'aggressione subita da questo poveretto. E' vero ad ogni azione corrisponde una reazione, esattamente la sua che cerca di difendere dei picchiatori gratuiti. Questo suo commento identifica il suo essere.

      Rispondi

  • Corrado

    2017/05/12 - 15:03

    ...foglio di via?.......ah! l'ho capita ora a battuta. Ah! Ah! Ah! Questi nuovi comici sono davvero bravi..... Cordialmente.

    Rispondi

  • Giampaolo

    2017/05/12 - 15:03

    Sono le conseguenze della distruzione dell'ex URSS. Tutti i delinquenti condonati dai vari trattati anti comunisti,perpetrati dai cosidetti esportatori di democrazia, ( vedasi IRAQ, LIBIA, SIRIA) e dagli stati ex patto di Varsavia, convolati a nozze con il sistema occidentale. Ora tutta la feccia umana dedita all'arricchimento gratuito, si stabilizza in occidente, aumentando la criminalità nostrana. Domandiamoci come è iniziata ? Rammentiamoci (1980) l'invasione polacca (solidarnosc) , a cui ha fatto seguito, DDR, (Germania Est) Albania,Romania, Bulgaria, Ex Cecoslovacchia, ora la stessa invasione sortisce da Asia, Africa, SudAmerica. Ora tutti si lamentano, ma in quei momenti i ns governanti e gran parte degli italiani erano alla ricerca solo dell'anticomunismo, e come fare per destabilizzare l' URSS. Ci consideriamo soddisfatti di come si sono svolti i fatti ? Un vecchio proverbio recita" LASCIA STARE IL CAN CHE DORME"

    Rispondi

    • cristian

      2017/05/12 - 16:04

      spero che sia un commento ironico.Il comunismo avrebbe dovuto essere debellato molto prima del cosiddetto "muro di berlino" o dello smantellamento dell' Urss. Questo sarebbe potuto accadere se, invece di coprire i crimini dei vari Lenin, Stalin, Tito,Mao ecc.. li si fosse resi manifesti. ( Gulag, Goli Otok , ecc.. ) Sbaraini Cristian

      Rispondi

      • Giampaolo

        2017/05/13 - 19:07

        Non solo Lei ignora la storia, ma è completamente leso dal suo fanatismo fascioleghista., razzista, nazista. Si documenti prima di scrivere queste sciagurate opinioni, e Le ripeto consulti i libri di storia e ne faccia un buon uso. Ma ne dubito, poichè la sua intelligenza non glielo permette.

        Rispondi

  • renzo

    2017/05/12 - 13:01

    Diversi precedenti penali? Ma è una costante! Na che vadano subito in Romania nelle loro accoglienti patrie prigioni.....

    Rispondi

    • Giampaolo

      2017/05/16 - 08:08

      Era più semplice! se fossimo stati lungimiranti e avessimo capito le vere intenzioni, e sopratutto le conseguenze, di imbonimento fatte in tutti gli stati cosidetti esportatori di democrazia, (Italia compresa). Ora assumiamoci le conseguenze di questa tragica politica anticomunista. Siria Iraq, Somalia Eritrea, Etiopia,e tutto il Magreb, tutti stato depredati da secoli di colonialismo occidentale.

      Rispondi