il network

Mercoledì 21 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


ATLETICA

La sfida del cremasco Orini, 150 chilometri di sabbia e rocce

Il 61enne cremasco partecipa per la quarta volta alla ultramaratona di Capo Verde e proverà a battere suo personale di 25h20': 'La vera impresa sarà arrivare al traguardo'

La sfida del cremasco Orini, 150 chilometri di sabbia e rocce

Rosolo Orini

CREMA - Centocinquanta chilometri di corsa attorno e all’interno dell’isola di Capo Verde. Venticinque temerari da tutto il mondo, che cercheranno di arrivare al traguardo restando nelle 40 ore concesse dal regolamento. Tra questi intrepidi runners, anche Rosolo Orini, cremasco classe 1955, responsabile dell’Ufficio sport del Comune. La 16ª edizione della ‘Boa Vista Ultra trail’, la supermaratona internazionale riservata agli amanti dell’estremo, che si disputa sabato 10 e domenica 11 dicembre, vedrà Orini sulla linea di partenza per la quarta volta consecutiva. «Nelle prime due occasioni — spiega il cremasco — sono arrivato al traguardo. Il mio tempo migliore è stato di 25 ore e 20 minuti. L’anno scorso, invece, un infortunio a un piede mi ha costretto al ritiro dopo metà gara. Il mio obiettivo è quello di sempre: portare a termine la corsa e convincere il prossimo anno qualche cremasco a partecipare con me».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

05 Dicembre 2016