il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


PRIMA DIVISIONE

Veleno da Vercelli, la Cremo preannuncia azioni legali

La società grigiorossa accusata dal presidente Secondo di avere combinato illecitamente il risultato della gara con l'Entella

Veleno da Vercelli, la Cremo preannuncia azioni legali

La delusione della Cremonese e la gioia dell'Entella

CREMONA - A 48 ore dalla sconfitta in casa con l'Entella (risultato che a consentito ai liguri di essere promossi in B) e a 24 dalle esternazione, gonfie di veleno, del presidente della Pro Vercelli, Massimo Secondo, circa una presunta combine della partita tra i grigiorossi e l'Entella, la Cremonese ha espresso la propria indignazione attraverso un comunicato ufficiale.

"L'U.S. Cremonese è sconcertata dalle gravissime quanto mistificatorie affermazioni fatte dal Presidente della Pro Vercelli, Massimo Secondo, in merito ad una presunta predeterminazione (illecita) della partita di domenica 4 maggio con l’Entella. Di tali affermazioni, sulle quali è qui superfluo ogni commento, Massimo Secondo sarà chiamato a rispondere nelle debite sedi. L'U.S. Cremonese, società che ha onorato la propria tradizione diventando il simbolo della lotta all’illegalità nel mondo dello sport, come pubblicamente dichiarato dai vertici della Magistratura e degli inquirenti cremonesi non resterà inerte di fronte a chi ha cercato di porre in discussione i valori cui – da sempre – ci si conforma".

La sconfitta della Cremonese in casa con l'Entella nell'ultimo giornata di campionato aveva mandato su tutte le furie la Pro Vercelli. Quotidiani e pagine web si sono riempite con le parole poco tenere e alquanto irrispettose rivolte da Massimo Secondo (presidente della Pro Vercelli) al club grigiorosso. Sul sito tuttoprovercelli.com: “Su come sarebbe andata a finire tutti lo sapevano, perfino le società di scommesse non hanno quotato la partita. Dionigi addirittura non ha convocato Brighenti, non mi risulta che sia infortunato, quindi alla Cremonese non importava nulla di arrivare terza. Il gol del vantaggio dei grigiorossi potrebbe far concorrenza a Ridolini”. Di più. Sulla Gazzetta, Secondo tuona furioso: “Quella di Cremona è stata una farsa... d’altronde a Cremona c’è una certa consuetudine a questo tipo di cose”. 

A Vercelli la serie B sfuggita all’ultima giornata è rimasta sullo stomaco. La Pro Vercelli, obiettivamente, non è mai stata una sola volta in testa alla classifica e arrivare di slancio a un punto dall’Entella nel turno decisivo ha scaldato gli animi. Normale la rabbia, inaccettabili le illazioni e i sospetti che la società piemontese e i suoi tesserati hanno lanciato contro la Cremonese. Inutile negare che anche attraverso i media, nei giorni precedenti alla gara, era stato alimentato un clima di complicità, sottolineando il particolare legame tra la proprietà grigiorossa e quella dell’Entella, entrambe impegnate nell’industria dell’acciaio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 


06 Maggio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000