il network

Giovedì 24 Maggio 2018

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


CREMONA

Debutta l'arbitro con il velo

Primo fischio ufficiale per la 15enne marocchina Chahida Sekkafi

Debutta l'arbitro con il velo
CREMONA - Per Chahida Sekkafi, quindicenne marocchina, è arrivato il momento dell’esordio come arbitro dell’Aia di Cremona. Un esordio che tanti arbitri diplomati lo scorso gennaio sono pronti a intraprendere. Per Chahida, però, la sfida è diversa, perché sarà il primo arbitro ad aver ricevuto l’autorizzazione da Roma per dirigere con velo e calzamaglia, indumenti imposti dalla propria religione. La 15enne abita a Sesto, ma per la sua prima direzione arbitrale non andrà molto lontano: sarà impegnata a Pizzighettone, presso l’oratorio San Luigi, dove alle 10 è in programma la sfida tra la squadra locale e lo Stradivari, campionato Giovanissimi. 
APPROFONDIMENTO SULL'EDIZIONE IN EDICOLA DOMENICA 16 FEBBRAIO

15 Febbraio 2014

Commenti all'articolo

  • Franco

    2014/02/16 - 10:10

    Buongiorno, atteso che lo sport è, o dovrebbe essere, una delle nobili manifestazioni che sanciscono l'uguaglianza degli esseri umani sulla terra, non è che questi mussulmani ci tengono a ricordarci ogni giorno che non siamo uguali a loro?

    Rispondi