il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CALCIO

Cremo, a Vicenza pareggio a reti bianche

Tante occasioni, zero gol: è mancato il killer instinct

Cremo, a Vicenza pareggio a reti bianche

 

La Cremonese non riesce a cogliere i tre punti a Vicenza nonostante una partita costellata di occasioni e praticamente dominata. Risultato — va da sé — davvero stretto per i grigiorossi, che non vanno praticamente mai in sofferenza e costruiscono gioco e palle-gol. Senza, però, riuscire mai a sfruttarle a dovere. Con un Brighenti apparso un po’ spuntato, diventa sempre più urgente l’innesto in rosa, nel mercato di gennaio, di un attaccante di ruolo. Quello in grado di trovare la zampata vincente anche quando la sfortuna si accanisce (traversa clamorosa di Loviso al 37’ del primo tempo), quando i gol già fatti diventano incredibilmente quasi-gol (colpo di testa imperioso fuori d’un soffio 2’ dopo) e anche quando l’arbitro sceglie di non usare il fischietto con la necessaria risolutezza (rigore negato nonostante un fallo di mano netto).
Probabilmente il Vicenza quasi inerme visto in campo avbrebbe meritato la sconfitta più di quanto la Cremonese si sia dimostrata capace di conquistare la vittoria. Perché la mancanza di killer instinct non è deficit da poco per una squadra che continua a nutrire ambizioni di promozioni diretta. Fatto sta che il punticino striminzito con cui i grigiorossi tornano dal Veneto serve poco alla classifica e quasi niente al morale. Peccato. L’ennesimo di una stagione altalenante. Fortunatamente, ancora lunga.
LA CRONACA IN PILLOLE
PRIMO TEMPO
6' - un paio di incursioni dei padroni di casa mettono qualche brivido alla retroguardia grigiorossa
7' - palla-gol per Brighenti: conclusione centrale
15' - buona Cremonese, volitiva e ben organizzata
23' - angolo per la Cremo: tiro di Abate rimpallato e sospetto fallo di mano di un difensore del Vicenza
27' - cross di Armellino e colpo di testa fuori misura di Caridi
37' - traversa piena di Loviso con una punizione da posizione defilata
38' - infortunio per Abate: al suo posto entra Caracciolo
39' - Bergamelli vicinissimo al gol con un'incornata che finisce a un palmo dal palo
43' - la Cremo reclama un rigore per un intervento 'sporco' su Caridi
47' - fine di un primo tempo che ha visto la Cremonese dominare in lungo e in largo
SECONDO TEMPO
3' - Cremo subito aggressiva: il gol sarebbe più che meritato
15' - il copione non cambia, anche se mancano nitide occasioni da rete 
27' - Cremonese sempre pimpante, ma tra imprecisione e sfortuna il gol del vantaggio non arriva. Sofferenze difensive praticamente inesistenti
33' - rasoiata centrale di Palermo e Ravaglia, sorpreso, mette in angolo
35' - fuori Caridi, dentro Francoise
40' - entra Carlini per Brighenti
42' - diagonale debole di Carlini tra le braccia del portiere
La Cremonese non riesce a cogliere i tre punti a Vicenza nonostante una partita costellata di occasioni e praticamente dominata. Risultato — va da sé — davvero stretto per i grigiorossi, che non vanno praticamente mai in sofferenza e costruiscono gioco e palle-gol. Senza, però, riuscire mai a sfruttarle a dovere. Con un Brighenti apparso un po’ spuntato, diventa sempre più urgente l’innesto in rosa, nel mercato di gennaio, di un attaccante di ruolo. Quello in grado di trovare la zampata vincente anche quando la sfortuna si accanisce (traversa clamorosa di Loviso al 37’ del primo tempo), quando i gol già fatti regrediscono incredibilmente allo status di quasi-gol (colpo di testa imperioso di Bergamelli fuori d’un soffio 2’ dopo) e persino quando l’arbitro sceglie di non usare il fischietto con la necessaria risolutezza (rigore negato nonostante un fallo di mano netto).
Probabilmente il Vicenza quasi inerme visto in campo avrebbe meritato la sconfitta più di quanto la Cremonese si sia dimostrata capace di conquistare la vittoria. Perché la mancanza di killer instinct non è deficit da poco per una squadra che continua a nutrire ambizioni di promozione diretta nella categoria superiore. Fatto sta che il punticino striminzito con cui i grigiorossi tornano dal Veneto serve poco alla classifica e quasi niente al morale. Peccato. L’ennesimo di una stagione altalenante. Fortunatamente, ancora lunga.

 

LA CRONACA IN PILLOLE

PRIMO TEMPO

6' - un paio di incursioni dei padroni di casa mettono qualche brivido alla retroguardia grigiorossa

7' - palla-gol per Brighenti: conclusione centrale

15' - buona Cremonese, volitiva e ben organizzata

23' - angolo per la Cremo: tiro di Abate rimpallato e sospetto fallo di mano di un difensore del Vicenza

27' - cross di Armellino e colpo di testa fuori misura di Caridi

37' - traversa piena di Loviso con una punizione da posizione defilata

38' - infortunio per Abate: al suo posto entra Caracciolo

39' - Bergamelli vicinissimo al gol con un'incornata che finisce a un palmo dal palo

43' - la Cremo reclama un rigore per un intervento 'sporco' su Caridi47' - fine di un primo tempo che ha visto la Cremonese dominare in lungo e in largo

SECONDO TEMPO

3' - Cremo subito aggressiva: il gol sarebbe più che meritato

15' - il copione non cambia, anche se mancano nitide occasioni da rete 

27' - Cremonese sempre pimpante, ma tra imprecisione e sfortuna il gol del vantaggio non arriva. Sofferenze difensive praticamente inesistenti

33' - rasoiata centrale di Palermo e Ravaglia, sorpreso, mette in angolo

35' - fuori Caridi, dentro Francoise

40' - entra Carlini per Brighenti

42' - diagonale debole di Carlini tra le braccia del portiere

06 Dicembre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000