il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


TERZA CATEGORIA

Finge di riprendere l'arbitro, allenatore squalificato un mese

Nel referto: 'Ha violato la privacy'

Video col cellulare
Mariani della Pianenghese: 'Tutta una finta, il mio telefono non ha nemmeno la videocamera'

PIANENGO - Quando il ‘grande fratello’, anche se farlocco, costa la squalifica. E’ stato infatti fermato fino al 30 novembre mister Maurizio Mariani della Pianenghese di Terza categoria. Motivazione perlomeno singolare quella apparsa a comunicato: ‘per aver violato la privacy dell’arbitro a fine gara’.

«Mi viene da ridere - racconta Mariani  - in realtà non è successo nulla. A fine partita, persa meritatamente contro il Vailate ma viziata da un gol irregolare, c’è stata qualche protesta. Visto che in passato avevamo avuto altri problemi con questo direttore di gara avevo paura potessero uscire esagerazioni dal suo referto. Era visibilmente agitato, allora ho fatto finta di riprendere con il mio cellulare la consegna dei documenti dall’arbitro al dirigente per fargli credere che tutto era stato filmato e quindi non ci potevano essere interpretazioni o aggiunte per il comportamento di dirigenti o tesserati a fine gara. Il bello, ve lo giuro sui miei figli, che il mio cellulare non ha neppure la videocamera... Era tutta una finta fatta solamente per salvaguardare la correttezza dei nostri tesserati. Per altro io non sono entrato nel suo spogliatoio, ho fatto questa scenetta dal corridoio, facendo finta di inquadrare lo spogliatoio del direttore di gara che aveva la porta aperta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

24 Ottobre 2013

Commenti all'articolo

  • Alessandro

    2013/10/25 - 16:04

    a fronte di un mese di squalifica, a causa di un arbitro permaloso, non ti possa trovare ad essere candidato al leon d'Oro di Venezia per la miglior regia di un film sulla classe arbitrale... hihihi

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000