il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


Regola sui giovani, l'Aic: 'Campionati di Lega Pro a rischio'

L'inizio della Prima divisione (Cremonese) e della Seconda (Pergolettese) potrebbe slittare

Regola sui giovani, l'Aic: 'Campionati di Lega Pro a rischio'

Il primo allenamento della Cremonese 2013-2014

Nel frattempo i grigiorossi hanno iniziato ad allenarsi al Centro Sportivo Giovanni Arvedi

CREMONA - «I campionati di Lega Pro, Prima (dove gioca la Cremonese) e Seconda Divisione (dove gioca la Pergolettese), potrebbero non iniziare regolarmente»: lo ha dichiarato il vicepresidente dell'Aic, Umberto Calcagno, al termine dell'incontro con i rappresentanti delle squadre di Lega Pro, che si è svolto lunedì a Milano. «A rischio c'è la regolarità dei campionati - prosegue Calcagno - perchè distribuire somme per l'età media a discapito degli incentivi e disincentivi basati sulla classifica mina la regolarità dei campionati in quest'anno di transizione».

«La riforma - prosegue Calcagno - si basava sul ritorno alla meritocrazia per innalzare il valore tecnico della Lega Pro anche nel rispetto di chi la domenica va allo stadio, così il progetto tecnico rischia di essere fallimentare. L'imposizione di un'età media in campo - sottolinea Calcagno - nulla ha a che vedere con la valorizzazione dei giovani calciatori». Sulla stessa lunghezza d'onda il presidente Damiano Tommasi, impegnato in questi giorni nella visita ai ritiri delle squadre di serie A, insieme al direttore generale Gianni Grazioli. «Quando abbiamo approvato la riforma dei campionati, avevamo condiviso un ritorno alla meritocrazia con l'abolizione dell'obbligatorietà in campo. Con l'introduzione dell'età media (24 anni in Seconda divisione, 25 in Prima), si rischia di peggiorare la situazione. Non vorremmo trovarci nell'assurda ipotesi che in campo ci si vada solo per un calcolo matematico e non per meriti sportivi».

Primo allenamento della Cremonese. Il primo allenamento di Vincenzo Torrente, lunedì 15 luglio, è stata una lezione tattica di 4-3-3 con uno sguardo particolare alla fase offensiva. Tante istruzioni per metà della squadra, ossia da centrocampo in su, per la difesa briciole. Davanti a un buon pubblico, il campo 1 del Centro Sportivo Giovanni Arvedi torna operativo per una seduta tutta pallone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

15 Luglio 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000