il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CALCIOSCOMMESSE

I 'pentiti' hanno patteggiato
Altri 15 indagati e nuove gare

Gervasoni un anno e 10 mesi, Carobbio un anno e 6 mesi: pena sospesa per entrambi

Gli avvocati di Gervasoni e Carobbio
Intanto l'indagine continua e sotto la lente della procura sono finite alcune partite relative alla stagione che si è appena conclusa

CREMONA - Davanti al gup Francesco Sora hanno patteggiato gli ex calciatori Carlo Gervasoni e Filippo Carobbio, i ‘pentiti’ dell’indagine che ha svelato il marcio nel mondo del pallone (‘Last bet’). Indagine che prosegue, perché nel frattempo sono emersi 15 nuovi indagati e sono finite sotto inchiesta alcune nuove partite relative anche alla stagione appena conclusa. Gervasoni ha patteggiato un anno e 10 mesi di reclusione, pena sospesa. Carobbio ha patteggiato un anno e 6 mesi, pena sospesa. Le pene sono state concordate con il procuratore della Repubblica Roberto di Martino. Nella giornata di giovedì, sempre nell'ambito dell'inchiesta sul Calcioscommesse, il procuratore Roberto di Martino ascolterà Stellini, braccio destro di Antonio Conte ai tempi del Siena.

Gli avvocati di Carobbio, FaustoPellizzari e Riccardo Donzelli hanno dichiarato: «E’ la fine di un percorso». Grande soddisfazione anche da parte dei legali di Gervasoni, Filippo Andreussi e Niccolò Vaccari: «Siamo soddisfatti dell’esito della vicenda, anche per i detrattori che in questi mesi spesso hanno detto che Gervasoni parlava solo per ottenere benefici. Non hanno capito che il nostro assistito ha avuto un ruolo fondamentale nell’inchiesta. Non ricordiamo, a memoria, un altro caso in cui sia stato dato un contributo all’indagine come quello fornito da Gervasoni. Tutto quello che ha detto, l'ha detto per resipiscenza, perché si era realmente ravveduto».

Per di Martino 'collaboratori assolutamente attendibili': «E’ difficile in un reato associativo ottenere un patteggiamento con pensa sospesa, ma la diffrenza tra Gervasoni e Carobbio e gli altri indagati consiste proprio nella loro notevole collaborazione. I patteggiamenti sono stati fatti anche per dare un segnale alla procura federale che aveva dubbi sulla attendibilità dei due. A mio giudizio si tratta invece di collaboratori assolutamente attendibili». 

Ecco l’elenco delle partite oggetto di combine per le quali Gervasoni e Carobbio hanno patteggiato: Verona-Piacenza 6 maggio 2006, Frosinone-Albinoleffe 1 giugno 2008, Ancona-Albinoleffe 17 gennaio 2009, Pisa-Albinoleffe 7 marzo 2009, Salernitana Albinoleffe 18 aprile 2009, Frosinone-Albinoleffe 9 maggio 2009, Albinoleffe-Ancona 30 maggio 2009, Rimini-Albinoleffe 20 dicembre 2009, Grosseto-Mantova 15 marzo 2010, Empoli-Mantova 23 marzo 2010, Brescia Mantova 2 aprile 2010, Cittadella-Mantova 24 aprile 2010, Ancona-Grosseto 30 aprile 2010, Salernitana-Mantova 1 maggio 2010, Mantova-Modena 8 maggio 2010, Empoli-Grosseto 30 maggio 2010, Cremonese-Monza 27 ottobre 2010, Atalanta-Livorno 27 ottobre 2010, Cremonese-Paganese 14 novembre 2010, Monza-Cremonese 21 novembre 2010, Chievo-Novara 30 novembre 2010, Siena-Piacenza 19 febbraio 2011, Atalanta-Piacenza 19 marzo 2011, Novara-Ascoli 2 aprile 2011, Piacenza-Pescara 9 aprile 2011, Novara-Siena 1 maggio 2011, Palermo-Bari 7 maggio 2011, Siena-Torino 7 maggio 2011, Lazio-Genoa 14 maggio 2011, Piacenza-Albinoleffe 21 maggio 2011, Siena-Varese 21 maggio 2011, Lecce-Lazio 21 maggio 2011, Albinoleffe-Siena 29 maggio 2011.

Intanto l’indagine sul calcioscommesse continua e ci sono altri 15 indagati. Quest’ultimo filone riguarda partite già prese in considerazione che vedono però coinvolti personaggi inediti, ma anche partite nuove relative al campionato appena archiviato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

26 Giugno 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000