il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Si è spento Miglioli, un pezzo della Cremo più vincente di sempre

Si è spento Miglioli, un pezzo della Cremo più vincente di sempre

Una recente immagine di Giuseppe Miglioli

Tra i tanti in visita alla camera ardente anche il ct della Nazionale Cesare Prandelli
CREMONA - Con la scomparsa di Giuseppe Miglioli se ne va l’ultimo pezzo della Cremonese più forte della storia. Miglioli si è spento martedì sera, a 73 anni, all’hospice dove era ricoverato in seguito ad una malattia che non gli ha lasciato scampo. I funerali sono fissati per giovedì mattina alle 10.20 presso la chiesa di Castelverde. Alla camera ardente, allestita presso l'abitazione di famiglia, è stato un viavai inesausto: tra i tanti che hanno volutare dare il prorprio addio a Beppe anche il ct della Nazionale di calcio Cesare Prandelli.
Oltre che industriale — era suo l’omonimo salumificio — Miglioli è noto in città per il suo ruolo nella Cremonese, braccio destro di Domenico Luzzara, sempre a stretto contatto con Erminio Favalli. Era Beppe a tenere i rapporti con i giocatori e tutti lo ricordano per la sua grande generosità. Ma Miglioli era attivo anche sul mercato e tra i suoi grandi colpi nessuno ha dimenticato l’arrivo di Vialli in grigiorosso. Fu proprio lui, nel 1993, a ritirare la coppa Anglo-Italiana a Wembley e a portarla al presidente Luzzara che non era presente in Inghilterra.
© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

04 Aprile 2013

Commenti all'articolo

  • Alessandro

    2013/04/15 - 05:05

    CARO BEPPE, SEI STATO GRANDE NELLA TUA AMMIREVOLE SEMPLICITA'. A TUTTI I TUOI CARI FAMILIARI IL MIO PERSONALE CORDOGLIO IL TEMPO SCORRE, MA NON CANCELLERA' I RICORDI DEI GIOVANI DI S.AMBROGIO.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000