il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Dalle cartoline storiche alla Mail Art

"Mille saluti da Casalmaggiore" in mostra dal 28

Sabato 28 marzo inaugurazione della mostra al museo Diotti con la possibilità di osservare cartoline storiche del capoluogo casalese

"Mille saluti da Casalmaggiore" in mostra dal  28

Una cartolina d'epoca di Casalmaggiore

Casalmaggiore - Museo Diotti

28 marzo - 3 maggio

CASALMAGGIORE - Dalle cartoline storiche alle nuove cartoline dell’Arte Postale (o ‘Mail Art’, visto che è nata negli Stati Uniti): quella che si inaugurerà sabato 28 marzo alle 17 nella sala ‘Rossari’ del museo Diotti — ‘Mille saluti da Casalmaggiore’ — è una mostra nella mostra che si colloca nel filone della documentazione e della ricerca, proprie della missione del museo, sul paesaggio, sulla città, sul territorio e sulle forme della loro rappresentazione.

 L’iniziativa culturale è stata presentata ieri mattina dall’assessore comunale alla Cultura Pamela Carena, affiancata dal funzionario responsabile dell’ufficio Cultura Roberta Ronda. «Il museo possiede — ha detto Carena — fra le raccolte normalmente non esposte al pubblico, un piccolo fondo di cartoline storiche che si prestava come punto di partenza per una mostra più articolata: l’idea è poi diventata realtà grazie al prestito di due collezionisti casalaschi, amici e collaboratori del museo già in altre occasioni, Lucia Mainoldi Capelli e Mario Buglia, che da anni raccolgono cartoline di Casalmaggiore, alcune delle quali ormai molto rare. I pezzi esposti avrebbero potuto essere molti di più, ma è stata effettuata una selezione da parte del conservatore del museo Valter Rosa, che consentirà comunque di osservare in mostra circa 300 pezzi raffiguranti gli scorci più caratteristici della città, dal fiume alla piazza, dalle chiese alle principali strade, a documentare le trasformazioni di Casalmaggiore dagli inizi del Novecento agli anni Sessanta».

 A corredo dell’esposizione, verrà proposto un montaggio-video di alcune immagini del passato a confronto con la città attuale realizzato da Fabrizio Paroli e Chiara Vietta, studenti del liceo Classico ‘Romani’ nel corso della loro recente esperienza di alternanza scuola-lavoro svolta al museo di via Formis. Quella delle cartoline storiche è, come anticipavamo sopra, solo una sezione della mostra: ad essa è stata infatti affiancata una sezione parallela di Mail Art, grazie a un’idea di Tiziana Priori e alla collaborazione di Ruggero Maggi, uno dei massimi esponenti italiani di questo genere artistico.

 Info. Per l’inaugurazione porte spalancate a tuttiLa mostra sarà quindi aperta fino al 3 maggio 2015 nei normali orari del Museo: da martedì a venerdì, dalle 8 alle 13; il sabato e i festivi, dalle 15.30 alle 18.30. L’ingresso alla mostra è compreso nel biglietto d’ingresso al Museo: intero e 3,00; ridotto € 2,50 (gratuito per bambini fino a 6 anni e scolaresche). Sono comprese nel biglietto d’ingresso anche le visite guidate che verranno proposte alle ore 17 nel pomeriggio dei seguenti giorni festivi: domenica di Pasqua e Lunedì dell’Angelo, domenica 12 aprile, domenica 19 aprile, sabato 25 aprile e domenica 26 aprile. La proposta di una visita guidata alla mostra e al Museo rappresenta un’assoluta novità che speriamo possa essere apprezzata dai visitatori. Si occuperanno della visita le operatrici dell’Associazione DiMusE incaricate dei servizi educativi, con la collaborazione dell’Associazione Il Torrione che collabora attivamente alla vita del Museo grazie al progetto “La primavera del museo”in convenzione col Comune.

25 Marzo 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000