il network

Martedì 22 Maggio 2018

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


CASALMORANO

Cagnolina soccorsa, il giallo del microchip: proprietari morti da quattro anni

Appello dei titolari della clinica veterinaria

Cagnolina soccorsa, il giallo del microchip: proprietari morti da quattro anni

CASALMORANO - Quando è stata ritrovata e soccorsa, vagava in via Cairoli, nel centro abitato del paese. E, da quel che si è appreso, si aggirava nel quartiere da diverse ore. Rodi, cagnolina di nove anni, è stata riscaldata e rifocillata dagli operatori della clinica veterinaria di Crema, che dalla lettura del microchip hanno fatto una scoperta interessante: dal dispositivo risulta infatti che entrambi i proprietari sono deceduti da oltre quattro anni.

Quindi come è riuscita a sopravvivere in tutto questo tempo? Con ogni probabilità grazie a qualcuno che se n’è preso cura senza mai aggiornare l’intestazione del chip, rimasto assegnato a due persone non più in vita.

Nelle prime 48 ore non è stata riscattata da nessuno, e i titolari della clinica veterinaria, sulla propria pagina Facebook, hanno lanciato un appello: «Se la riconoscete, chiamate l’Ats (la vecchia Asl) o contattate la clinica per poi intestarvela». La speranza è che si faccia avanti qualcuno. Magari chi l’ha curata e nutrita sino a qualche giorno fa. Qualora confermasse il mancato cambio di proprietà, non rischierebbe sanzioni. Gli verrebbe richiesto solo di riconoscere la piccola Rodi e intestarsi il microchip.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

19 Settembre 2017