il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CICLISMO

Mareczko re del Porto

L'atleta della Viris Maserati trionfa in volata

Mareczko re del Porto
CREMONA - Dalla volata di centocinquanta atleti a sputarla è il velocista della Viris Maserati Jakub Mareczko. E’ lui il vincitore del quarantottesimo Circuito del Porto Internazionale Trofeo Arvedi, disputatosi oggi sulle strade di Cremona con la straordinaria partecipazione di trentadue squadre e centottantacinque atleti al via. Una gara vissuta sin dal primo chilometro su medie di velocità molto elevate e con attacchi a ripetizione. A caratterizzare i primi centocinquanta chilometri un attacco di dieci unità che ha raggiunto un vantaggio massimo di oltre due minuti e trenta secondi. In avascoperta Gianluca Vechio (Mg K Vis Trevigiani Wilier Norda), Josef Benetseder (Tirol Team), Michele Bicelli (Delio Gallina Colosio Eurofeed), il campione di Slovenia Luka Pibernik (Team Radenska), Mirko Nosotti (MI Impianti Remer Guerciotti), Christofer Zaffaina (Gavardo Tecmor), Mirko Tedeschi (Team Idea 2010), Colin Stussi e Roland Thalmann (Team Roth Felt) ed Alessio Bramati (Cipollini Ale Rime). La corsa si riapre dopo centocinquanta chilometri con il gruppo che ritorna compatto. Nel finale un tentativo di fuga a tre con Nicolò Martinello (Cycling Team Friuli), Alessio Larentis (Gavardo Tecmor) e Nicola Gaffurini (Vega Hotsand). Ripresi all’ultimo giro, grazie al lavoro delle squadre dei velocisti, che pilotano sino al rettifilo di Viale Po i propri uomini destinati allo sprint finale. Dagli ultimi convulsi duecento metri ad uscire sulla sinistra è la sagoma di Jakub Mareczko, che riesce a mettere la propria ruota davanti a quella del marchigiano Rino Gasparrini (Mg K Vis Trevigiani Wilier Norda), che si piazza in seconda posizione, precedendo Nicolas Marini (Zalf Euromobil Desirée Fior), a cui il gradino più basso del podio. A Mareczko anche il record invidiabile di aver stabilito la media record della corsa. Centoottanta chilometri coperti alla media di 49,177. “Una vittoria particolare - ha dichiarato Mareczko nell’immediato dopo gara – perché era uno dei miei obiettivi stagionali più importanti e perché volevamo ricordare nel migliore dei modi, cioè vincendo, Piero Maserati, scomparso improvvisamente ieri. Il lutto al braccio con cui abbiamo corso oggi aveva per tutti noi della Viris Maserati davvero un significato particolare. Un ringraziamento alla squadra anche se nel finale ho lottato davvero tanto per riuscire a precedere gli avversari più forti”. Non reclama nulla Nicolas Marini, terzo sul traguardo: “Con sei corridori per team controllare la corsa è diventato difficile. Ho fatto tutto quello che ho potuto, ringrazio anch’io la squadra per il grande lavoro fatto. Puntavo a vincere ma un podio al Circuito del Porto è sempre molto prestigioso ed importante” 
Giornata intensa per tutti gli uomini del CC Cremonese 1891 Gruppo Arvedi, che nelle parole del presidente Rossano Grazioli tracciano un bilancio del tutto positivo: “Un’edizione fantastica con una partecipazione forse senza precedenti – ha detto il numero uno della società ciclistica del Torrazzo – ed una corsa vibrante interpretata con coraggio e generosità sin dai primi giri. Il pubblico come sempre ha risposto alla grande, specie nelle tornate conclusive, regalando così una cornice di grande partecipazione e vicinanza alla nostra corsa. E’ sempre un vero piacere vedere e ritrovare Cremona stretta attorno ai giovani grandi protagonisti del ciclismo mondiale di domani. Un ringraziamento alla città, all’Amministrazione Comunale, alla Polizia Locale, a tutti coloro che in vario modo ma sempre con massima disponibilità, ci ha aiutati per questa bella edizione del Circuito del Porto”. Parole senza dubbio positive anche quelle del presidente provinciale della Federciclismo e direttore di organizzazione Antonio Pegoiani: “Un numero incredibile di squadre ed un’adesione massiccia ha nobilitato una delle edizioni più belle del Circuito del Porto, vissuto con intensità e vibrante per centoottanta chilometri”. Alla cerimonia di premiazione la gradita presenza di Oreste Perri, Sindaco di Cremona, del consigliere nazionale della Federciclismo Corrado Lodi, di Marcello Ventura, consigliere comunale con delega allo sport, di Luigi Sforza, vice comandante della Polizia Municipale di Cremona.

04 Maggio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000