il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Massacra la moglie: il 65enne aggredisce un compagno di cella

Nella notte tra mercoledì 10 e giovedì 11 agosto, l'uomo accusato di tentato omicidio ha dato in escandescenza in carcere ed è stato ricoverato in ospedale: rinviato l'interrogatorio di garanzia

Massacra la moglie: il 65enne aggredisce un compagno di cella

CREMONA - La spiegazione di tanta rabbia e violenza improvvise potrebbe risiedere nella diagnosi riversata nella documentazione clinica, che racconta di una «sospetta demenza senile» e di un «forte decadimento cognitivo». Dopo aver aggredito, intorno alle 23.20 di lunedì 8 agosto, nella casa di via San Bernardo, la moglie Oriana Manfredi, 60 anni, presa a bastonate e colpita con una fioriera in cemento, quarantotto ore dopo, alle 23.15 di mercoledì, Giampietro Pampolini, 65 anni, accusato dal pm Carlotta Bernardini di tentato omicidio, in carcere ha sferrato — di punto in bianco — un pugno al compagno di cella. E ha dato in escandescenza. Senza motivo.

L’uomo è stato ricoverato in ospedale ed è stato sedato. Per questo, l’interrogatorio di garanzia fissato dal gip, Christian Colombo, alle nove di giovedì, nel penitenziario di Cà del Ferro, è stato rinviato a venerdì, alla stessa ora. Si terrà nella stanza al quarto piano del reparto di Chirurgia generale, dove il sessantacinquenne è piantonato da due agenti della polizia penitenziaria. E in ospedale è ricoverata la moglie, le cui condizioni migliorano, ma resta lo choc.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

11 Agosto 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000