il network

Giovedì 15 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Venerdì 10 novembre, ore 21,00 - Cattedrale di Cremona

Concerto organistico in occasione della festa di Sant'Omobono - Organista Harald Vogel

Concerto organistico in occasione della festa di Sant'Omobono - Organista Harald Vogel

dal 10/11/2017

al 10/11/2017

genere classica

Aggiungi al calendario http://www.laprovinciacr.it/musica/musica/181231/concerto-organistico-in-occasione-della-festa-di-sant-omobono-organista-harald-vogel.html 15/11/2018 13:28:31 15/11/2018 13:28:31 40 Concerto organistico in occasione della festa di Sant'Omobono - Organista Harald Vogel Piazza Duomo, 26013 Crema CR, Italia false DD/MM/YYYY

Evento musicale di grande rilievo quello previsto per la serata di venerdì 10 novembre alle ore 21.00 nella Cattedrale di Cremona. La ricorrenza patronale di Sant'Omobono sarà festeggiata in musica con un concerto organistico sul grande organo Mascioni della Cattedrale con la presenza dell’organista Harald Vogel che eseguirà un programma tutto dedicato alle musiche a programma di autori della Germania del Nord del periodo barocco. 

Si tratta della prima presenza nella città di Cremona del maestro Vogel che ha svolto una estesa attività di insegnamento a partire dai primi anni ’70 formando generazioni di organisti, molti dei quali sono assurti a posizioni artistiche e accademiche di preminenza, e influenzando profondamente l’interpretazione della musica organistica del periodo rinascimentale e barocco dell’area culturale della Germania del Nord.

 Il concerto dal titolo “Composizioni a programma per organo – Orfeo” vuole presentare alcune significative opere di importanti organisti del periodo barocco con un nuovo paradigma interpretativo riferito al concetto di “musica a programma”. La ricerca dal maestro Vogel giunge ad individuare come gli organisti cercassero nuovi stimoli e motivi di ispirazione in altre forme della cultura quali i miti e le storie sacre e le forme musicali tipiche (la toccata, il preludio, la fantasia) si strutturassero con elementi musicali che miravano a descrivere sensazioni, immagini ed eventi.

Si avrà così la possibilità di ascoltare la Fantasia cromatica di Jan Pieterszoon Sweelinck e il grande Preludio in mi minore di Nicolaus Bruhns che vengono presentati come la traduzione musicale del mito di Orfeo. Analogamente alcune  composizioni di Dieterich Buxtehude potranno essere percepite come la rappresentazione della storia di Davide e Golia (Toccata in re min. BuxWV 155) o dello svolgersi di una battaglia (Praeludium in re magg. BuxWV 139).

Interessante notare la vicinanza della tematica ai concetti espressi da Monteverdi con l’attenzione ai contenuti dei testi e la loro resa emotiva attraverso scelte musicali descrittive e che ci permette di collegare il concerto, finanche a partire dal titolo, all’anno di celebrazioni monteverdiane promosse dalla città di Cremona.