il network

Venerdì 21 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


IL CONCORSO DI BELLEZZA

Miss Italia 2018, il numero delle concorrenti scende a 60

A Jesolo un sogno che dura sei ore

JESOLO - Ancora sei ore per sperare di vincere il titolo di Miss Italia. La commissione tecnica delle prefinali ha portato a 60 il numero delle miss che rimangono in gara, salutando, insieme alla patron Patrizia Mirigliani, le altre 122. Nel pomeriggio di mercoledì 5 settembre 2018, intorno alle 18, i tre autori televisivi, Fabiana Cutrano per Infront, Giulia Arena e il regista Cristian Marazziti comunicheranno i nomi delle 30 finaliste. L’altra metà del gruppo lascerà a sua volta Jesolo, ma queste ragazze potranno dire per tutta la vita di essere state fra le 60 più belle d’Italia. E tutte, indistintamente tutte le 182 arrivate in Veneto possono essere orgogliose di aver fatto davanti alla giuria la loro grande figura.

Non mancano le delusioni, come avviene in ogni gara: non hanno passato il turno per esempio otto Miss della loro regione. La Sicilia e il trentino Alto Adige hanno il maggior numero di miss promosse tra le 60.

Ecco l’elenco:

Piemonte Val d’Aosta: 4 Vanessa Balsamo, 6 Stefania Baruffa, 8 Aurora Leli

Lombardia: 12 Silvia Surini, 15 Denise Ayroldi, 17 Patrizia Bendotti, 19 Sofia Belli

Trentino Alto Adige: 20 Sophie Agnese Krause, 22 Giulia Cetto, 25 Giulia Auer, 26 Gloria Comper, 28 Nicole Nietzsch

Friuli Venezia Giulia: 29 Elisa Stante, 30 Valeria Capelli

Veneto: 37 Diletta Sperotto, 43 Anna Preto Martini, 44 Chanel Michielin

Liguria: 47 Marta Murru, 51 Martina Rostagno, 52 Nicole Barbagallo

Emilia Romagna: 55 Anna Mazzali, 60 Maeve Billi, 61 Linda Taddei, 62 Jessica Poli, 63 Mara Boccacci

Toscana: 66 Sofia Penco, 67 Martina Iacomelli, 69 Gloria Tonini ,72 Giulia Carboni

Umbria: 75 Lucrezia Perelli, 77 Benedetta Pettinari, 80 Giorgia Gregori

Marche: 82 Carlotta Maggiorana, 83 Veronica Nucci, 85 Laura Schiavoni, 89 Erika Franceschini

Abruzzo: 93 Erika Nicolosi, 95 Ylenia Lazari

Lazio: 102 Nicole Ceretta, 103 Chiara Bordi, 106 Marta Valentini 

Campania: 116 Fiorenza D’Antonio, 120 Benedetta Santoro

Basilicata: 130 Manuela Matera

Puglia: 131 Antonietta Fragasso, 136 Valentina Colecchia, 137 Oriana Maria De Luca  

Molise: 140 Fiorina Grimaldi, 143 Sara Evangelista 

Calabria: 151 Naomi Rizzo, 157 Giuliana Panzino 

Sicilia: 158 Elisabetta Lucchese, 159 Michela Incardona, 161 Desirée Di Gregorio, 162 Valeria Cordaro, 164 Giulia Bellomo, 166 Gabriella Farinato, 171 Martina Rao

Sardegna: 175 Deborah Agnone, 181 Veronica Feroldi

Non solo moda, spettacolo o cinema. Ma esercito, marina, polizia o carabinieri. Quest'anno a Miss Italia la parola chiave è Forze Armate: è questa la tendenza emersa in queste ore a Jesolo, dove le Miss sono state impegnate nel passaggio alla fase successiva. Molte hanno espresso davanti alla giuria il loro sogno di intraprendere una carriera in divisa. 

Coniugare la femminilità con lo stile da caserma non è sicuramente facile, ma non impossibile perché, come dice Laura Schiavone, una delle prefinaliste del concorso, arruolata per un anno in Marina: "Vivere in un ambiente maschile tende a soffocare le peculiarità delle donne ma resta un'esperienza straordinaria". Come lei la pensano Rebecca Givone, Miss del Piemonte che vorrebbe entrare in Accademia Militare o Maeve Billi, dell'Emilia Romagna,  che vuole diventare carabiniere come il nonno maresciallo e , ancora, Ginevra Gallo, 18 anni,  di Firenze. 

Insomma, a parte il posto di lavoro, sono i valori propri delle forze armate ad essere condivisi con convinzione dalle aspiranti reginette di bellezza. “Forte - hanno sottolineato – è il desiderio di essere parte di una realtà importante, autorevole e presente sul territorio, che permette  di rendere un servizio alla comunità di cui si fa parte”.

05 Settembre 2018