il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Il vecchio Burt incanta Cremona

Grande concerto di Bacharach nell'impagabile scenario di piazza del Comune

CREMONA — È uno dei più grandi songwriter dell’epoca moderna, secondo (forse) solo a Cole Porter, l’autore di Night and Day e Begin the Beguine. Burt Bacharach si è esibito in piazza del Comune. In parole povere, un mito, una leggenda della musica in una delle piazze più belle d’Italia. Con questo concerto il musicista di Kansas City ha inaugurato il tour italiano che farà tappa a Ravenna e Roma. Al suo fianco sul palco una eccellente band formata dalle voci di Donna Taylor, John Pagano e Josie James e dagli strumenti di David Coy (basso), Dennis Wilson (fiati), Bill Cantos (tastiere), John Ferraro (batteria), Tom Ehlen (tromba) ed Eliza James (violino).

Alle 21.40 si sono accese le luci sul palco e il musicista di Kansas City ha salutato il pubblico, restando ammaliato dalle torce che illuminavano la facciata di palazzo comunale. Poi la band ha attaccato un medley delle più belle canzoni portare al successo da Dionne Warwick, la maggior parte musicate su testo di Hal David, gioielli come I Say A Little Prayer, I’ll Never Fall In Love Again, Anyone Who Had A Heart. Poi brani più recenti, frutto per esempio del sodalizio con Elvis Costello, per poi fare di nuovo un salto indietro nel tempo fino a quella Magic Moments pubblicata nel 1957 e che, ha detto il musicista, è stata la sua prima hit. Affascinante la parte dedicata ai temi da film, dall’immortale Raindrops Keep Fallin’ on My Head ad Arthur’s Theme, due pezzi da Oscar nel senso letterale del termine.

21 Giugno 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000