il network

Domenica 19 Maggio 2019

Altre notizie da questa sezione

in corso:


CREMONA. Mercoledì 24 gennaio 2018 alle 17 alla Biblioteca Statale

Presentazione del volume 'Antonio Stradivari. Disegni, modelli, forme. Catalogo delle collezioni civiche liutarie'

Nuovo appuntamento con la rassegna 'Le parole e le cose'

Presentazione del volume 'Antonio Stradivari. Disegni, modelli, forme. Catalogo delle collezioni civiche liutarie'

Il violino Stradivari Vesuvio 1727

dal 24/01/2018

al 24/01/2018

Aggiungi al calendario http://www.laprovinciacr.it/cultura/cultura/187170/presentazione-del-volume-antonio-stradivari-disegni-modelli-forme-catalogo-delle-collezioni-civiche-liutarie.html 19/05/2019 21:05:57 19/05/2019 21:05:57 40 Presentazione del volume 'Antonio Stradivari. Disegni, modelli, forme. Catalogo delle collezioni civiche liutarie' false DD/MM/YYYY

CREMONA - Mercoledì 24 gennaio 2018 alle 17 presso la Sala Virginia Carini Dainotti della Biblioteca Statale di Cremona si svolge il secondo appuntamento de Le parole e le cose, rassegna culturale organizzata, promossa e realizzata dal Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università di Pavia in collaborazione con la Biblioteca Statale di Cremona.

Protagonisti dell’evento saranno Fausto Cacciatori, Conservatore delle Collezioni del Museo del Violino di Cremona, e Marco d’Agostino, docente di Paleografia e archeologia del manoscritto presso il Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università di Pavia, che presenteranno il volume da loro curato Antonio Stradivari. Disegni, modelli, forme. Catalogo delle collezioni civiche liutarie (Mdv-Cremona, 2016). Tale contributo, di grande rilievo non solo per gli addetti ai lavori ma per tutta la cittadinanza, è il primo catalogo completo degli oltre 1.300 reperti stradivariani che si conservano presso il Museo del Violino ed è nato da un lavoro che ha visto l’apporto di competenze molteplici e la realizzazione di approfondite indagini storiche, tecnico-scientifiche e paleografiche con lo scopo di ricostruire consistenza e vicende di questo patrimonio unico che testimonia la tradizione della liuteria cremonese, riconosciuto dall’Unesco Patrimonio Immateriale dell’Umanità.