il network

Giovedì 22 Giugno 2017

Altre notizie da questa sezione

Blog


Cosa dobbiamo aspettarci dall'America di Trump?

Questa non è l'America - Alan Friedman

Questa non è l'America - Alan Friedman

genere letture

Autore: Alan Friedman          Editori: Newton Compton                        Pagg.: 348                  Prezzo: € 12,90

Aggiungi al calendario http://www.laprovinciacr.it/cultura/cultura/164186/questa-non-e-l-america-alan-friedman.html 22/06/2017 18:23:46 22/06/2017 18:23:46 40 Questa non è l'America - Alan Friedman Autore: Alan Friedman          Editori: Newton Compton                        Pagg.: 348                  Prezzo: € 12,90 false DD/MM/YYYY

“Questa non è l’America” non è un semplice libro sugli Stati Uniti d’America. È una fotografia in tempo reale ma anche un’analisi delle ragioni del passato e del presente della società americana attraverso le lenti della politica, dell’economia, dello stato civile, sullo sfondo delle elezioni presidenziali del 2016. Un saggio narrativo che ha l’obiettivo di indagare le cause della malattia che affligge l’America, una nazione lacerata, impaurita, rabbiosa e con grandi fasce della popolazione in situazione di emarginazione se non addirittura di alienazione e privazione dei diritti fondamentali. È vero, gli Stati Uniti sono ancora la superpotenza mondiale, ma per quanto tempo ancora? Le forze oscure del razzismo e della povertà minacciano la famosa coesione sociale degli americani, senza dimenticare la bomba a orologeria rappresentata da un debito pubblico di quasi ventimila miliardi di dollari. Si aggiunge una Wall Street che non si è riformata e un capitalismo che ha creato la più severa disuguaglianza dei redditi in Occidente: è facile capire perché milioni di americani vivono oggi in una nuova povertà estrema. D’altra parte stiamo parlando di un Paese ricchissimo di risorse, soprattutto imprenditoriali, la cui creatività nel campo dell’innovazione tecnologica (e non solo) non è seconda a nessuno. Allora che fine ha fatto il sogno americano? Cosa cambierà con un nuovo inquilino alla Casa Bianca? E quali sono le prospettive per l’America? Quali i suoi rapporti con l’Europa e con l’Italia?