il network

Mercoledì 19 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA. LUNEDI' 19 NOVEMBRE 2018 ALLE 20,45

Viaggio in un Paese che si è riscoperto fascista

Il giornalista Piero Berizzi presenta al Caffè Letterario il libro ‘NazItalia’ nonostante le ripetute minacce ricevute

Viaggio in un Paese che si è riscoperto fascista

dal 19/11/2018

al 19/11/2018

Aggiungi al calendario http://www.laprovinciacr.it/cultura/cultura-e-spettacoli/209121/viaggio-in-un-paese-che-si-e-riscoperto-fascista.html 19/12/2018 10:21:20 19/12/2018 10:21:20 40 Viaggio in un Paese che si è riscoperto fascista false DD/MM/YYYY

CREMA - In quindici anni di inchieste ha ‘fotografato’ un Paese che si è riscoperto fascista, o forse sotto sotto non ha mai smesso di esserlo. Un Paese in cui i media e i partiti, sia di destra che di sinistra, sono sempre timidi a parlare di fascismo e a stigmatizzare certe derive. Ma lo ha fatto rischiando: Paolo Berizzi, inviato de ‘La Repubblica’ ha riunito questo suo lavoro nel libro ‘NazItalia. Viaggio in un Paese che si è riscoperto fascista’ (Baldini+Castoldi) è stato raggiunto da minacce reiterate da parte di gruppi neofascisti, prima gli hanno rovinato l’automobile incidendo sulla carrozzeria una svastica, il simbolo delle Ss naziste e una croce. Minacce tanto concrete che dal 2017 il giornalista è sotto tutela delle forze dell’ordine. A fine ottobre sono comparse scritte addirittura sulla porta di casa sua, a Bergamo. Chiare minacce all’uomo e alla libertà di stampa, per le quali ha ricevuto la solidarietà dell’Ordine di giornalisti e del sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’editoria Vito Crimi, del M5S, che ha detto: “Raccontare e denunciare fatti e accadimenti non può essere considerata una colpa, né un motivo di persecuzione, mai. Il giornalismo è una professione degna del più grande rispetto, poiché risponde al sacrosanto diritto dei cittadini ad essere informati e mira a concedere loro consapevolezza e libertà di scelta”. Nei mesi scorsi erano apparsi anche striscioni e volantini contenenti minacce e la presentazione del suo libro è stata più volte interrotta dagli squadristi.

Del libro e di questo clima di intimidazione si parlerà lunedì 19 novembre 2018 al Caffè Letterario di Crema con il diretto interessato e Paolo Perucchini, presidente dell’Associazione Lombarda Giornalisti. L’appuntamento è per le 20,45 in sala Bottesini del teatro San Domenico e l’ingresso è libero. La serata sarà accompagnata da brani musicali eseguiti da studenti del civico istituto musicale Folcioni.