il network

Mercoledì 24 Maggio 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero


The Sims 4 - recensione PC

The Sims 4 - recensione PC
Simone Marcocchi

Simone Marcocchi

Biografia Atterrato su questo mondo, con in mano un joystick collegato ad un Commodore 64, Simone Marcocchi prova a leggere la vita attraverso la passione per i videogiochi, il cinema e le tecnologie. Attualmente si occupa di marketing IT e web, ha collaborato con la testata Eurogamer.it, si è occupato di tecnologia per la rivista V+ e collabora con Multiplayer.it LinkedIn: /simonemarcocchimedia Twitter: @SimoneMarcocchi

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

E’ il gioco preferito dalla sfera femminile (che nel frattempo si è emancipata su tantissimi altri generi), è il più avanzato tamagotchi che sia mai stato sviluppato… è The Sims 4 ed è più solido che mai!



SEMPLIFICARE PER MIGLIORARE

Ammetto di non aver mai amato nessun editor che mi faccia perdere tempo nel capire cosa devo fare, ma di trovare un sottile piacere nel trascorrere le ore con “e se faccio così?”.Crea il tuo Sim è il primo degli aspetti che ha goduto di una sonora sforbiciata nella possibilità di interazione e modifiche, che comportano soprattutto di operare direttamente sul Sim e meno sui comandi, per “aggiustare” il più possibile il vostro simpatico personaggio, permettendovi di malleare ogni zigomo con un gusto da chirurgo plastico.

La creazione della casa però era per me un vero e proprio incubo, lo dico sinceramente, non essendo assolutamente avvezzo nella gestione dei comandi, e affidandomi quasi sempre all’acquisto di una casa già pronta, nelle edizioni precedenti o a passare ore nel fare figure orride nelle quali nessuno vorrebbe viverci. In questo caso però tutto è cambiato. La possibilità di creare stanza per stanza come set già pronto e le nuove impostazioni nella gestione di pareti e superfici farà si che tutti possano diventare esperti. Ed ecco quindi che, se il denaro ve lo permetterà, sarete in grado di diventare architetti provetti al punto che mi sono spinto nel modellare anche le altezze delle stanze e studiare le fondamenta e ogni linea del tetto (e vi ho detto tutto) provando una profonda soddisfazione finale.


UN MONDO APERTO… MA NON TROPPO

Non mancherà la possibilità di scaricare e condividere il materiale da creare e personalizzare, ma resta comunque privo di una maggiore interazione sociale con gli altri giocatori e con altre case o Sim (nonostante sia apprezzabile che il titolo sia completamente offline) ma anche in questa struttura ci sarebbero potute essere più implicazioni con amici o altri utenti, magari condividendo una corsa nel parco o la visione di un film nei luoghi pubblici. La città stessa stride per essere chiamata tale, essendo quasi completamente slegata dai vari quartieri ma sottindendendo che questo cambierà nel corso di prossime ovvie espansioni.

SE IL TUO SIM HA LA LUNA STORTA

The Sims 4 punta fortemente sulle emozioni dei vostri avatar, al punto da essere una componente preponderante per tutto il gioco. Il titolo Maxis infatti fa oscillare l’ago della bilancia dell’intero bilanciamento nei confronti di questa componente, al punto da rendere quasi secondari i bisogni. Ammetto di trovare particolarmente riuscita questa idea, tanto da spingere il giocatore ad incrementare l’interazione con il proprio Sim per esaltarne il più possibile l’indole con la quale lo avete creato. Lo stesso HUD è stato ridisegnato per permettervi di tenere sempre sotto controllo questi aspetti e nelle prossime edizioni non è escluso che la serie si avvicinerà sempre di più ai più classici RPG, piuttosto che ai tradizionali gestionali. La capacità relazionale dei Sims è ora più riuscita che mai, ma soprattutto divertente da seguire, al punto che non vedrete l’ora di farli trovare nelle situazioni più disparate e nelle compagnie più diversificate solo per vederne i risultati.

UNA SPINTARELLA

Fate attenzione che alcuni codici possono cozzare tra loro, ma se volete “sperimentare” aclune situazioni o il vostri Sim è sempre a corto di denaro, ecco cosa fare: aprite la console dei comandi in cui inserire e poi CTRL + SHIFT + C su Windows e COMMAND + SHIFT + C su Mac. Le voci tra parentesi quadre vanno sostituite da un numero o dal nome del Sim per il quale volete venga applicato un determinato effetto.

  • help - Vi mostra i comandi.

  • kaching - Aggiungete 1000 simoleon;

  • rosebud - Aggiungete 1000 simoleon;

  • motherlode - Aggiungete 50.000 simoleon;

  • sims.modify_funds [valore] - Aggiungete il numero di simoleon indicati nel campo "valore";

  • FreeRealEstate on - Per avere tutte le case gratuite (attenzione di inserirlo nella cittadina);

  • FreeRealEstate off - Per annullare il codice precedente;

  • ResetSim [nome] [cognome] - Resetta i parametri del Sim;

  • Death.toggle - Si annulla la morte del Sim;

  • cas.fulleditmode - Per editare il Sim;

  • Sims.Spawn - Per generare casualmente un Sim e aggiungerlo alla famiglia;

  • Sims.Spawnsimple - Per generare casualmente un Sim, che però non viene aggiunto alla famiglia;

  • sims.remove_all_buffs - Per portare l'umore di un Sim a livelli medi;

CONCLUSIONI

E’ l’apice della serie The Sims; il gioco è migliorato in tutto e se vogliamo anche semplificato in numerosi aspetti, che ho citato nel corso della recensione, per coloro che non amano perdere troppo tempo nei vari editor. Eppure qualcosa, nello smalto di questo titolo, si è perso, pensare poi che ci saranno duemila DLC (mentre qualcosa di più avrebbero potuto inserirlo in questa versione) lascia un po’ l’amaro in bocca. E’ divertente e longevo come sempre, ma stupisce di certo molto meno di quanto sia stato nelle versioni precedenti.

14 Settembre 2014