il network

Martedì 22 Maggio 2018

Altre notizie da questa sezione

in corso:


Catan Universe - recensione PC

Catan Universe - recensione PC
Simone Marcocchi

Simone Marcocchi

Biografia Atterrato su questo mondo, con in mano un joystick collegato ad un Commodore 64, Simone Marcocchi prova a leggere la vita attraverso la passione per i videogiochi, il cinema e le tecnologie. Attualmente si occupa di marketing IT e web, ha collaborato con la testata Eurogamer.it, si è occupato di tecnologia per la rivista V+ e collabora con Multiplayer.it LinkedIn: /simonemarcocchimedia Twitter: @SimoneMarcocchi

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Adoro i boardgame e adoro ancora di più quando questi ultimi vengono “digitalizzati”, così da permettermi di portare in giro questi piccoli capolavori, soprattutto per riempire quegli spazi vuoti di un tragitto su un mezzo pubblico o di pausa dal lavoro.

NELLE TERRE DI CATAN
Catan è un gioco semplicissimo e se vogliamo anche molto veloce. Conta molto la fortuna, ma anche la strategia ha un ruolo importante, soprattutto in base a ciò che sceglierete di fare per muovervi, ma anche per contrastare le mosse avversarie. Sul tabellone trovate dei numeri, tutti i numeri che possono verificarsi lanciando due dadi, tranne il sette. Dovrete posizionare il vostro “settlement” in un incrocio tra tre caselle e guadagnerete la risorsa (ovvero pescando la carta relativa alla tile), ogni volta che uscirà un numero di una tile del vostro incrocio. Raggruppate le risorse necessarie - vedrete la combinazione di tutto ciò che potrete fare su una tessera specifica - potrete costruire strade, costruirà città, pescare carte che possa aiutarvi ad acquisire bonus e punti partita, stando attenti che se esce il numero “7” un giocatore (o voi stessi) potrete andare a posizionare la pedina del “ladro” per bloccare un giocatore avversario e rubargli una carta risorsa… o subirne le conseguenze. Appena sotto comunque trovate anche tutte le spiegazioni delle regole.

DIFETTI RILEVATI
Nel video che trovate in calce vedrete l’app con i vostri occhi, ma mi permetto di rilevare alcune cose che, a mio avviso, non sono ancora sistemate, anche perché l’app Catan HD per iOS è decisamente più leggibile e pratica. Intanto le carte sono al massimo di quattro tipologie e sono tutte ammassate, anche se colorate in modo diverso e con la possibilità di fare lo zoom, ma resta il fatto che se fossero allargate, permetterebbe di essere lette nell’immediato, senza dover fare nessun clic. I tasti per fare i vari trading si mescolano con quelli della configurazione, senza contare che si deve girare tutto lo schermo per lanciare i dadi e trovare i pulsanti di trading, mentre questi avrebbero dovuto spiccare di più ed essere più comodi. Le carte sviluppo sono messe sul “tavolo” ma non lo troverete subito, considerando che muovendo e facendo zoom sul piano di gioco le confonderete con altri elementi fissi, in parte coreografici, e invece il mazzo si “illuminerà” qualora aveste totalizzato le risorse necessarie per prendere una carta.

A parte questi punti, che sicuramente in futuro verranno corretti, anche perché è soltanto una settimana che è online il progetto, il pacchetto è assolutamente magnifico, economico e divertente, inoltre non minano né la giocabilità e nemmeno il piacere che si può trarre da una partita da soli o con gli amici.

CONSIDERAZIONI FINALI
Tutti gli amanti del board game non si dovrebbero assolutamente lasciar sfuggire questa occasione. Catan in digitale è assolutamente granitico, dal punto di vista della giocabilità, soprattutto online, senza contare che costa davvero pochissimo e con uno sforzo economico leggermente più alto si può portare a casa l’intero pacchetto di espansioni. Esteticamente curato ma, soprattutto, non ha praticamente mai problemi con qualunque configurazione di PC, anche perché volendo lo si potrà tranquillamente giocare via browser. Attendiamo la versione mobile che, molto probabilmente, sarà l’evoluzione di quel Catan HD che già ora è irresistibile.

30 Aprile 2017