il network

Martedì 19 Settembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Origin - Dan Brown
Museo Guggenheim di Bilbao, una conferenza e un relatore speciale...

Origin - Dan Brown

 

The Evil Within: The Consequence - versione PS4

The Evil Within: The Consequence - versione PS4
Simone Marcocchi

Simone Marcocchi

Biografia Atterrato su questo mondo, con in mano un joystick collegato ad un Commodore 64, Simone Marcocchi prova a leggere la vita attraverso la passione per i videogiochi, il cinema e le tecnologie. Attualmente si occupa di marketing IT e web, ha collaborato con la testata Eurogamer.it, si è occupato di tecnologia per la rivista V+ e collabora con Multiplayer.it LinkedIn: /simonemarcocchimedia Twitter: @SimoneMarcocchi

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Il secondo ritorno, del ritorno di Mikami, in una nuova side quest ispirata che vede protagonista la bella Juli Kidman. Riuscirà a terminare le sue indagini?

 

Ancora una volta in compagnia di Juli Kidman, dopo che l’abbiamo lasciata al termine del precedente DLC (che trovate qui), perseguitiamo a tentare di tenerla in vita, contro il progetto STEM.
Anche questa volta in una versione potentemente stealth, come nel caso precedente, con nemici che hanno un comportamente molto simile ad alcuni che avete già incontrato in The Last of Us. Il bisogno è quindi quello di preponderante di sopravvivere cercando di evitare qualsiasi scontro fisico, salvo magari riuscire ad effettuare un attacco da dietro, anche se in realtà schivare, fuggire, acquattarsi e muoversi nel più religioso dei silenzi, risulti essere la formula migliore per poter portare a termine anche questa avventura.


Anche in questo caso visiteremo alcune aree già visitate in The Evil Within, forse ora in modo più massiccio, ma comunque utile al fine di svelare alcuni dei misteri che serviranno a completare la storia. Un uso più generoso delle armi da fuoco potrebbe essere salutato con maggior gaudio, da coloro che avevano vissuto in modo più “casto” la deriva solo “stealth”, ma dovranno comunque considerare di farlo in modo oculato. La tensione è palpabile anche in questo episodio, forse alcuni colpi di scena sono più telefonati, ma comunque entrambi i capitoli di questo DLC sono godibili e, come già detto per l’altro DLC, risultano anche migliori del gioco stesso.
La componente tecnica compie sempre il suo lavoro in modo coerente e ben calibrato, con buon effetti di illuminazione e modellazione dei personaggi a video, sperando che questa deriva possa diventare un ottimo trampolino di lancio per il seguito che vogliamo al più presto. Ultima nota per la durata: meno di tre ore per completare il tutto, con quasi 7 GB di download, in un survival in senso stretto… ma manco il tempo di abituarci e vedremo i titoli di coda.


CONCLUSIONI FINALI

Juli Kidman affronta una nuova avventura, nel secondo DLC dedicato alle avventure parallele di The Evil Within. Non esageratamente originale, ma comunque molto piacevole. Probabilmente il suo predecessore aveva qualche numero in più, ma resta un buon modo di trascorrere del tempo in sua compagnia, soprattutto per coloro che hanno apprezzato il gioco principale, considerando che anche in questo caso si dimostra palesemente superiore. Peccato per la scarsa longevità, che mina in modo gravoso su un’eventuale scelta a prezzo pieno, ma chi attendesse una versione GOTY o avesse pre-acquistato il season pass non sarà deluso.

29 Aprile 2015