il network

Domenica 23 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione


L'ETOLOGO DI PROVINCIA

Chi è il cattivo della favola ora? Salviamo i lupi!

Chi è il cattivo della favola ora? Salviamo i lupi!
di provincia L'etologo

di provincia L'etologo

Biografia

Il Regno degli animali ha suscitato, nel corso del tempo, un grande interesse nell'animo umano. Dai tempi di Aristotele fino a quelli più recenti di Lorenz, questi esseri viventi sono stati studiati e analizzati grazie al gran numero di ore spese nella loro osservazione. Da queste analisi si  sviluppata un altra disciplina, l'etologia o studio del comportamento animale, che ha fatto luce sull'evoluzione del comportamento umano e non.

Questo blog tratta del comportamento animale, con articoli che permettono di riflettere sulle azioni e sulle possibili emozioni di queste fantastiche creature viventi che chiamiamo semplicemente "animali".

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Il lupo (Canis lupus) è stato accusato in tutti i modi: dall'essere un animale demoniaco fino ad essere un cacciatore spietato e senza scrupoli! La realtà è ben diversa; infatti il lupo è sì un predatore feroce, soprattutto quando è in gruppo (e non ho scelto la parola branco perchè è fin troppo abusata), ma le osservazioni svolte su questo animale dimostrano che questa è solo una delle sue qualità! Il lupo è, infatti, un animale coscienzioso, prudente, collaborativo e molto protettivo. Il papà lupo è uno dei migliori papà che esistano nel mondo animale, si prende cura sia della prole che della compagna! Non solo, questo animale ha dimostrato una grande adattabilità e una forte forza di volontà che gli ha permesso di sopravvivere. Un esempio significativo è quello della zona di Chernobyl, dove la popolazione del lupo è aumentata grazie all'assenza dell'uomo.

Il risentimento degli esseri umani nei confronti dei lupi è da attribuire alle razzie che questi ultimi compiono uccidendo gli animali da cortile: galline, maiali, pecore ecc.. Ma chi ha ragione in questa vicenda? Il lupo caccia il nostro bestiame perchè la fauna locale, cioè le sue prede primarie, si sono ridotte all'osso e la mancanza di cibo lo porta nei nostri allevamenti. Questi animali dimostrano una grande intelligenza, soprattutto perchè la loro caccia è pensata e coordinata; un’ulteriore prova che se i lupi avessero cibo nel loro habitat lascerebbero in pace i nostri animali da cortile! Quindi è giusto eliminare dalla faccia della Terra il lupo solo perchè va contro la nostra economia? Il Wwf è in lotta contro questa barbara uccisione di massa, il tutto spiegato nel post #sosLupo.

I punti d'intervento del Wwf sono chiari e semplici: aumentare la lotta al bracconaggio, -gestione del randagismo dei cani, per prevenire l’ibridazione con il lupo, -applicare strumenti di protezione dei danni alla zootecnia, -risarcimento completo dei danni agli allevatori, -attuare una costante campagna mediatica per la tutela del lupo, - avviare un monitoraggio della specie su scala nazionale.

Oltre all'aiuto economico che permette al Wwf e a chi di dovere di avere un maggiore controllo sulle popolazioni del lupo in Italia e di fermare il bracconaggio con strumenti tecnologicamente più avanzati, è possibile firmare una petizione che permette di gridare a gran voce: NO ALL'ABBATTIMENTO DEL LUPO e NO AL NUOVO PIANO PER LA CONSERVAZIONE E GESTIONE DEL LUPO! Entro la fine di marzo verrà votata una deroga che potrà permettere l'abbattimento del 5% della popolazione del lupo in Italia! Se contiamo questo 5% e sommiamo i lupi uccisi dal bracconaggio, all'incirca 300, il numero cresce esponenzialmente! Aiutiamo anche noi il Wwf e fermiamo questa assurda credenza del lupo cattivo, perchè qui i cattivi della storia siamo solo noi...

Firma la petizione. Qui! (http://www.wwf.it/lupo/soslupo/)

12 Marzo 2016