il network

Venerdì 22 Settembre 2017

Altre notizie da questa sezione


DA GRIGIOROSSO

Cremonese e Carpi, livello alto allo Zini

Simone Pesce

Simone Pesce

Ivan Ghigi

Ivan Ghigi

Biografia

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Un punto dal peso specifico notevole o un'occasione persa? E' il solito dubbio amletico che ci si pone di fronte a un pareggio, ma per dare connotati ben precisi alla prestazione della Cremonese contro il Carpi una via d'uscita esiste. La premessa necessaria è partire da un punto di vista ben preciso.

La Cremonese è una matricola che vuole centrare al più presto la salvezza in serie B. Con questo metro di misura si può leggere quanto accaduto allo Zini, compresa quella parentesi di non-gioco che ha permesso agli ospiti di evitare la sconfitta.

La Cremonese sta cominciando a stupire un po' tutti e lo ha fatto ulteriormente quando ha bucato in meno di un minuto la porta della capolista che reggeva inviolata da 270 minuti. Per il resto del primo tempo ha lasciato troppo campo alle verticalizzazioni del Carpi incassando il gol del pareggio. Infine ha risposto con un secondo tempo da vera protagonista. Una traversa per il Carpi, un palo per la Cremonese, qualche sussulto sia da una parte che dall'altra. Alla fine va bene così perché allo Zini si è visto uno spettacolo divertente.

Se la Cremonese è una matricola, il Carpi sta di poco sotto alle squadre partite per centrare la promozione in serie A. Per questo motivo il pareggio, che tra l'altro mantiene imbattuto lo Zini dallo scorso dicembre, va preso come un ottimo risultato. Oltre tutto figlio di una gara davvero emozionante, perché in via Persico è andata in scena una partita di alto livello. Quando la Cremonese giocava con l'obbligo di vincere, ogni pareggio era una mezza occasione persa e lo spettacolo a volte era al di sotto delle aspettative. Oggi le prospettive sono diverse, l'obiettivo è meno assillante ma allo stesso tempo c'è la sensazione che la squadra grigiorossa sia all'altezza del compito. Oggi sarebbe giusto ragionare in quest'ottica, senza escludere la possibilità che strada facendo si possa alzare l'asticella.

La Cremonese ha mosso ancora la classifica e ha infilato un'altra prestazione, seppur discontinua per parte del primo tempo, di buon livello. Un'altra volta dalla panchina sono entrate forze fresche e individualità che hanno spezzato l'equilibrio in campo dando più slancio alla prova dei grigiorossi.

Non tutto è filato liscio, lo abbiamo detto. Qualche problema è emerso nella gestione della palla (problema non nuovo) e nella lettura mal riuscita di alcune situazioni. Però la squadra ha retto e ha saputo cancellare le proprie sbavature rincorrendo fino all'ultimo secondo il gol della vittoria. A volte ci si deve accontentare.

17 Settembre 2017