il network

Domenica 18 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione


DA GRIGIOROSSO

Cremonese, 40 giocatori da gestire

Altra estate di movimenti (più o meno) importanti

Cremonese, 40 giocatori da gestire

Calendario dei post

Quaranta giocatori tesserati, qualcuno in scadenza, molti di loro pronti a essere ceduti definitivamente o in prestito. Tutto al netto dei prossimi acquisti che andranno effettuati per affrontare il prossimo campionato di serie B. 

La mole di lavoro che attende la Cremonese e in particolare il direttore sportivo Stefano Giammarioli non è indifferente. Perché tante operazioni le potremmo definire minori, ma richiedono pur sempre tempo e attenzione. Quelli che verranno dedicati in futuro agli innesti che dovranno garantire quanto meno una serena sopravvivenza nella serie cadetta.

Perché tanta abbondanza di elementi da gestire? La scorsa estate, la Cremonese ha voluto condurre un mercato diverso dal solito, di fatto azzerando quasi del tutto la formula del prestito. Ha offerto in molti casi contratti biennali, pure ai giovani girati altrove. La grandissima parte dei 25 giocatori che compongono la rosa attuale (quella della promozione) ha un altro anno di contratto.

Sono in scadenza Michele Cavion, prestato dalla Juventus ma in scadenza anche con i bianconeri (sarà a parametro zero), Johad Ferretti, Matteo Procopio (prestito dal Torino), Alex Redolfi (Atalanta) e infine Nicola Talamo. Su quest'ultimo, in prestito dal Latina, la Cremonese avrebbe il diritto di riscatto ma il club laziale è fallito e dunque il giocatore può chiedere lo svincolo automatico. La Cremonese potrebbe pensare di riprenderlo, perché Talamo può essere utilizzato anche come fuori quota nella squadra Primavera. In scadenza pure il terzo portiere Matteo Bellucci. Infine c'è il caso di Stefano Lucchini che ha il rinnovo automatico del contratto ma lui stesso ha deciso di smettere.
La lista dei giocatori da gestire cresce con la decina di elementi che tornano dai prestiti: Nicola Ciccone (Messina), Daniele Galloppa (Carrarese), Giacomo Gambaretti (Feralpisalò), Abed Haouhache (Mantova), Chinacherem Ibe (Pergolettese), Gregorio Luperini (Pistoiese), Michele Moroni (Maceratese), Alessio Ruci (Bassano) e Walter Zullo (Fano). Diversi di loro hanno giocato regolarmente in Lega Pro accumulando molte presenze, altri invece hanno giocato poco o nulla e il loro destino sembra nuovamente lontano da Cremona.

Siamo a 34 giocatori ma mancano i giovani di serie che sono tutti da valutare. La Cremonese la scorsa estate ha tesserato come giovani di serie (oltre al portiere Bellucci) il portiere Stefano Aiolfi (al Seregno) e i difensori Stefan Bajic (Triestina) e Leonardo Galli (Venezia). Bajic ha disputato un grande campionato a Trieste (28 presenze in serie D), Galli ha conquistato la serie B col Venezia ma ha collezionato solo 5 presenze, mentre Aiolfi ha collezionato 17 presenze in serie D.

Per la cronaca si dovrebbe contare anche il difensore Fabrizio Brignani attualmente alla Primavera del Bologna che quasi certamente lo riscatterà.

Nel comporre la rosa per la prossima stagione, anche in serie B le società si sono date una regola sulla quota 'over' e 'under' (potrebbero subentrare modifiche con le prossime riunioni di Lega B). Il meccanismo assomiglia molto a quello che si era data la Lega Pro. Con un paio di differenze: per 'over' si intende oltre i 21 anni e non oltre i 23. Inoltre, gli over possono essere 18 e non 16. Accanto alla lista principale dei 18 over, esiste 'lista bandiera' che ospita due giocatori di qualsiasi età che abbiano concluso 4 stagioni per la stessa società (purché non abbiano giocato con la formula del prestito). E' il caso di Brighenti. La quota under 21 non ha limite (esclusi i giocatori arrivati con un prestito secco).

Le liste sono modificabili solo durante le finestre di mercato, salvo eventuali posti liberi che possono essere occupati durante la stagione solo da elementi svincolati. I portieri si possono cambiare invece in qualsiasi periodo dell’anno.

26 Maggio 2017