il network

Mercoledì 19 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione


DA GRIGIOROSSO

La Cremonese prepara l'assalto finale

Vetta vicina, ma Prato è un'insidia

Calendario dei post

Doveva essere un ciclo molto delicato perché c'erano da giocare tre gare nel giro di sette giorni eppure la Cremonese guida la parziale classifica delle prime della classe. I grigiorossi hanno raccolto 9 punti, l’Arezzo e il Livorno ne hanno fatti 5 e l’Alessandria 4. Quei 5 punti di differenza tra grigiorossi e grigi ha riaperto il campionato a quattro turni dalla conclusione.

Se la Cremonese ha gestito bene le forze e gli uomini a disposizione, l'ultimo impegno prima della sosta pasquale diventerà fondamentale per capire come si dovrà vivere il finale di stagione dal 22 aprile fino al 6 maggio. Lo aveva detto lo stesso Tesser che Pasqua sarebbe stato un termine indicativo del campionato.

Termine verso il quale la Cremonese si presenta con la consapevolezza di aver gestito bene l’ultima prestazione contro la Lupa Roma. Ai laziali un pareggio in casa della Cremonese avrebbe fatto più che comodo a livello morale e di classifica. Non c’è da stupirsi che gli uomini di Di Michele abbiano condotto una gara difensiva per oltre un’ora. Tutti dietro la linea della palla con qualche timida ripartenza che si traduceva in una palla lunga per Iadaresta, spesso solo nel deserto. In attacco la Cremonese ha sprecato almeno tre palle gol con Brighenti, meno freddo del solito di fronte al portiere avversario. Non sono arrivate occasioni con continuità, ma scardinare una difesa blindata era un compito arduo. Il rischio di perdere le distanze e di abbandonarsi alla frenesia è stato reale, ma la squadra ha continuato a variare il gioco. Con Perrulli e Scappini, Tesser ha dato nuove energie all'assalto grigiorosso che ha prodotto i suoi frutti. La rete di Scappini ha però scosso la Lupa Roma che ha abbandonato la propria metà campo e dato fondo ad una maggiore freschezza atletica fino a quel momento risparmiata. Da quel momento è cominciata una nuova gara, con la Cremonese un po’ più affaticata dallo sforzo di sbloccare il risultato. Ne è nata una fase finale di grande sacrificio e agonismo.
Mentre le dirette avversarie si inchinavano di fronte a un misero pareggio, lo sforzo dei grigiorossi dava una nuova piega alla stagione. La vetta è a un solo punto, la fiducia dei grigiorossi non può che rinforzarsi. Prima di tirare il fiato resta l’ostacolo Prato, che matematicamente spera ancora nella salvezza diretta.

10 Aprile 2017