il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione


DA GRIGIOROSSO

Cremonese, piani da rivedere

Playoff lontanissimi

Cremonese, piani da rivedere
Ivan Ghigi

Ivan Ghigi

Biografia

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Davanti corrono davvero forte e in questo momento la Cremonese non ha la forza di tenere lo stesso passo. Dopo la Feralpisalò anche il Pordenone cammina su una Cremonese di buona volontà ma di scarso impatto e tutto torna come prima.

La classifica ha fatto un altro passo indietro, la squadra sul campo promette ma non mantiene. Andiamo con ordine: in classifica è stato sprecato un buon patrimonio, ovvero quegli 11 punti guadagnati sulla zona playout dopo i successi contro Alessandria e Mantova. Adesso i playout sono tonati a 6 punti, proprio come quando arrivò Rossitto, ma davanti i playoff si sono allontanati a 9 punti. Con altrettante squadre là davanti, per la Cremonese diventa quasi impossibile fare la corsa almeno per il quarto posto a meno che non cominci a vincere con regolarità e che qualcuna delle dirette rivali non cominci a zoppicare.

Insomma, dopo quattro giornate lo sprint verso le prime posizioni si è arrestato e si è tornati alla casella del 'via'. Ma nessuno si era montato la testa: l'esordio doppiamente vincente targato Rossitto aveva permesso alla Cremonese di coprirsi le spalle, non di lanciare sfide al campionato. Per quelle abbiamo atteso i test di Feralpisalò e Pordenone che hanno dato un solo verdetto: Cremonese al momento inadeguata a restare ai vertici. Magari strada facendo i grigirossi matureranno, capiranno in fondo i meccanismi che chiede Rossitto, trasformeranno il 4-3-3 in una macchina da gol. Ma forse sarà troppo tardi.

E' dunque necessario badare al sodo: fare cassa contro avversarie poco 'big' per fare crescere una nuova identità di squadra e preparare il futuro, ovvero la prossima stagione. Ci sarebbe anche l'obiettivo di Coppa Italia, ma per quanto attiene al campionato la Cremonese deve rivedere i suoi programmi. Non pensare più ai playoff ma collaudare un gruppo che può e deve dare frutti in un futuro prossimo.

In 180 minuti si è ritornati a terra, addio viaggio verso le stelle.

22 Febbraio 2016

Commenti all'articolo

  • Giorgio

    2016/02/23 - 18:06

    Quanti anni sono passati dall'avvento del Cav. Arvedi? sette/otto, non ricordo bene. Mi chiedo perche' in questi anni, nessuno sia riuscito a a trovare l'allenatore con le palle e giocatori di categoria ma con tanta, tantissima fame. Non voglio parlare di programmazione, perche' le industrie di Arvedi ne hanno da vendere!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000