il network

Mercoledì 22 Novembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero


DA GRIGIOROSSO

Cremonese, col Pordenone una sola via

Contro i ramarri servono solo i tre punti

Lucas Finazzi

Lucas Finazzi

Ivan Ghigi

Ivan Ghigi

Biografia

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Muoversi, prima che sia troppo tardi. Il calendario della Cremonese non è stato troppo morbido nel girone di ritorno. Ad eccezione del successo contro l'Albinoleffe, strappato in tempo utile perché la squadra orobica sta raccogliendo punti quasi ogni week end, i grigiorossi hanno affrontato Mantova e Renate che a gennaio erano le squadre più in forma del momento. Successivamente le cadute contro Novara e Sudtirol, la prima per un episodio, la seconda per il naufragio totale della squadra di Giampaolo, hanno riacceso preoccupazioni, paure, pericoli. Il punto a Bassano, nelle condizioni in cui è stato raccolto, può essere salutato come un discreto passo avanti, ma è chiaro che adesso la Cremonese deve risolvere il problema del gol e non può lasciarsi scappare la preda Pordenone.

Brighenti mancherà fino ad aprile, Manaj non è al meglio ma è l'unica soluzione praticabile perché dopo Kirilov ci sono solo infortunati come Pasi, Di Francesco e Ciccone che spesso lamenta acciacchi. Non una situazione idilliaca, ma non è la prima volta che Giampaolo fa i conti con questi problemi. Quando, lo scorso ottobre, Giampaolo si è seduto sulla panchina della Cremonese, ha potuto lavorare per un mese e mezzo con la squadra al completo e ha ottenuto 10 punti in quattro gare, segnando gol a raffica. Contro il Pordenone però, bisogna andare oltre a questi dati contingenti. Dall'arrivo di Rossitto, i ramarri hanno cominciato a muovere decisamente la classifica e sono una mina vagante. Non hanno un cammino regolare, ma rispetto alla prima parte della stagione hanno imparato a vincere (all'andata unica vittoria proprio contro la Cremonese). Le dirette rivali per la salvezza stanno facendo punti: è vero che molti scontri diretti sono concentrati nella parte finale del campionato, ma l'appuntamento allo Zini diventa di cruciale importanza.

 

19 Febbraio 2015