il network

Martedì 19 Settembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Origin - Dan Brown
Museo Guggenheim di Bilbao, una conferenza e un relatore speciale...

Origin - Dan Brown

 

Tech&Young

La «libertà» spiegata agli adulti

“Che cos’è per te la libertà?” La parola ai giovanissimi

La «libertà» spiegata agli adulti
enrico galletti

enrico galletti

Biografia

Biografia

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Non è facile parlare di libertà. Non lo è per un adulto, per un adolescente, per nessuno. Ma se a farlo sono dei bambini con età compresa tra i 6 e i 10 anni, allora tutto ha un senso. Capiamo cosa intende la gente, nel dire che spesso i bambini hanno tanto da insegnare agli adulti. 
 
È esattamente quello che è accaduto, e che per certi versi sta per accadere, a Torre de’ Picenardi. Qualche settimana fa abbiamo chiesto (poi giustificherò l’uso di questa prima persona plurale) ai bambini della scuola elementare di farci capire cosa sia, per loro, la libertà. Un quesito piuttosto ampio, penserete. E in effetti lo è, ma i risultati parlano chiaro. I giovanissimi, guidati dalle rispettive insegnanti, hanno risposto alla nostra domanda con dei disegni (uno ciascuno) e con una piccola didascalia scritta, a riassumere la loro rappresentazione. Sono emerse tante idee interessanti. C’è chi ha detto: “Per me libertà è stare a contatto con la natura”, chi è stato molto diretto e sincero: “Per me lo è giocare” e chi ha citato la famiglia, gli amici e la vita di ogni giorno. 
Insomma, gli studenti hanno avuto l’occasione di dare libero sfogo alla propria fantasia, entrando nel cuore del vero significato della festività nazionale del 25 aprile, che forse a quell’età non si comprende a pieno. Tirando le somme, è stato curioso per tutti, anche per noi più grandi, capire il punto di vista dei bambini nei confronti di una tematica tanto complessa. 
 
E penso sarà fonte di arricchimento personale per tutti visitare la mostra dei quasi 100 disegni dei bambini sulla libertà, allestita il 25 e il 26 aprile in Piazza Roma a Torre de’ Picenardi. L’iniziativa, organizzata dal Comune e dalla ‘Torre di Controllo’ (da qui il riferimento iniziale), vuole essere uno strumento di reciproco confronto ancor prima che un progetto di stampo culturale. Nessuno esiti, né ora né mai, di interrogarsi sul vero significato del termine «libertà».
 

20 Aprile 2015