il network

Martedì 19 Settembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Origin - Dan Brown
Museo Guggenheim di Bilbao, una conferenza e un relatore speciale...

Origin - Dan Brown

 

Tech&Young

Da forneria di paese a industria dolciaria internazionale
Michele Bauli si racconta

Da forneria di paese a industria dolciaria internazionale
Michele Bauli si racconta

Michele Bauli (Foto Galletti)

enrico galletti

enrico galletti

Biografia

Biografia

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Il Natale è ormai alle porte. Pandoro e panettone, classici dolci di questo periodo, stanno per arrivare sulle tavole delle famiglie tutto il Mondo. Michele Bauli, ospite di ‘Cremona In’ mercoledì sera, ha parlato proprio di questo. Tra le mura dell’hotel “Continental” di Piazza della Libertà si è tenuta una conversazione tra il gruppo di professionisti cremonesi e il rappresentante della terza generazione dell’industria dolciaria veronese ‘Bauli’. Tra i tanti temi toccati nel corso della serata, la storia di un’azienda partita da una semplice panetteria di paese (gestita dal nonno dell’ospite), diventata in pochi anni una grossa realtà che guarda sempre di più al mercato internazionale. Protagonisti della serata anche temi di carattere economico, strategie di marketing e aneddoti famigliari. Non si è mancato naturalmente di parlare della lavorazione dei due prodotti di punta dell’azienda, il pandoro e il panettone, per i quali l’ospite ha speso qualche parola illustrando i metodi ottimali di consumazione. 
A concludere la serata, oltre al buffet finale, i numerosi quesiti da parte del pubblico presente. 
   
Particolarmente entusiasmante è stato inoltre lo scambio di idee tra Alberto Naponi, nipote dei proprietari dell’ex biscottificio ‘Baresi’ e l’ospite Michele Bauli, che hanno imbastito un ampio confronto tra le proprie (diverse) esperienze nel campo dell’industria dolciaria.
    
Enrico Galletti
enricogalletti@icloud.com
     

03 Gennaio 2015

Commenti all'articolo

  • mariagrazia

    2014/12/08 - 11:11

    Cremona, città di tradizione dolciaria, il suo nome è appropriato. Interessante l'articolo di Enrico che ricorda a tutti noi cremonesi, le prelibatezze del palato e le dolcezze degli animi di coloro che hanno organizzato e partecipato all'incontro.

    Rispondi