il network

Mercoledì 24 Maggio 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero


Tech&Young

Premio di giornalismo al Manin: opportunità da non perdere

Domani mattina al Liceo di via Cavallotti la prova scritta del premio di giornalismo intitolato a Floriano Soldi

Premio di giornalismo al Manin: opportunità da non perdere

I vincitori della scorsa edizione del Premio F. Soldi

enrico galletti

enrico galletti

Biografia

Biografia

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Il giornalismo al centro dei pensieri dei giovani cremonesi per tre ore, domani mattina, in occasione della prova scritta della sesta edizione del Premio di giornalismo intitolato a Floriano Soldi, storico giornalista cremonese. Finalmente si sente parlare di un’iniziativa che coinvolge i giovani, seppur in ‘competizione’ tra di loro, e apre loro le porte al mondo del giornalismo - ‘universo’ complesso e dalle mille sfaccettature -. Questa volta non si tratta di un monotono, ripetitivo e a tratti inutile corso di formazione per studenti, ma un’opportunità per questi ultimi di mettersi in gioco con un unico fine comune: scrivere e sperimentare un mondo - quello del giornalismo appunto - che fino ad oggi, probabilmente, è rimasto nella piena oscurità dei loro interessi. 
      
Indipendentemente dal valore morale del progetto, che ho deciso di mettere in risalto data la poca importanza che gli viene solitamente attribuita, l’iniziativa lascia spazio a riconoscimenti, come si suol dire, poco indifferenti. Tra gli articoli redatti dai candidati - della lunghezza di 60 righe ciascuno - ne verranno infatti scelti sei, che riceveranno dalla commissione esaminatrice una particolare menzione d’onore. 500 euro al primo classificato e 100 euro in buoni libro agli altri studenti scelti. Al primo classificato, inoltre, la possibilità di prendere parte ad uno stage gratuito (durante la prossima estate) presso la redazione del quotidiano ‘La Provincia’ e la pubblicazione del proprio elaborato in un articolo apposito realizzato dal giornale. Questo non per sottolineare l’importanza e l’obbligo di rientrare tra i vincitori del concorso - fattore assolutamente non determinante per l’esito soddisfacente di questa iniziativa - bensì per mettere in risalto l’opportunità che, anche in questa circostanza, viene fornita agli studenti. 
Un ottimo spunto per l’organizzazione di nuove iniziative didattiche simili a quella di domani, con la speranza che l’invito a parteciparvi possa essere esteso anche alle altre scuole cremonesi.
      
Enrico Galletti
enricogalletti@icloud.com

03 Gennaio 2015