il network

Mercoledì 22 Febbraio 2017

Altre notizie da questa sezione


Tech&Young

'Sicuro che sia un gioco?'
Ultima chiamata per la mostra interattiva

Aperta fino all'8 novembre al Teatro Monteverdi la mostra sul gioco d'azzardo

'Sicuro che sia un gioco?'
Ultima chiamata per la mostra interattiva
enrico galletti

enrico galletti

Biografia

Biografia

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Il grande fenomeno del GAP (gioco d'azzardo patologico) costituisce da tempo un problema piuttosto serio, oltre a risultare sempre più diffuso nei giorni nostri. Un recente studio scientifico dimostra che ogni anno, nel nostro territorio, vengono spesi oltre 350 milioni di euro nel gioco d'azzardo, quasi un milione di euro al giorno. Spesso e volentieri infatti, il fenomeno del gioco d'azzardo si trasforma in una vera e propria malattia, la cosiddetta ludopatia, che entra in azione quando i giocatori perdono il controllo di se stessi, abbattendo freni e limiti alle proprie azioni, con conseguenze disastrose per loro e per tutti coloro che gli sono intorno. 

    
È proprio dalla volontà di far conoscere il fenomeno del GAP che è stata allestita dall'ASL di Cremona, con la stretta collaborazione del Comune, la mostra interattiva "Sicuro che sia un gioco?", che rimarrà aperta fino all'8 novembre al Teatro Monteverdi di Cremona.
Durante la visita guidata, della durata di circa due ore, vengono messi in risalto i princìpi della matematica e della statistica, per dimostrare che nel gioco d'azzardo il giocatore è sempre destinato a perdere e che, anche se in maniera non evidente, il vantaggio è sempre a favore del banco. 
Si tratta senza dubbio di un'opportunità da non perdere, in particolar modo per le scuole secondarie, gli oratori e le parrocchie, sarà un'occasione per i giovani di maturare la presunzione di poter vincere anche per la dimestichezza e per la competenza che hanno rispetto l'utilizzo delle nuove tecnologie.
Gli orari di apertura dell'esposizione sono i seguenti: dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17. L'ingresso è gratuito. Per prenotare delle visite per gruppi organizzati è possibile contattare l'ASL telefonicamente al numero 0372/487548 o via mail all'indirizzo gap@aslcremona.it.
                 
Enrico Galletti
enricogalletti@icloud.com

03 Gennaio 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000