il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione


#SPORTIVAMENTE

Alonso-Raikkonen: il 'dream team' Ferrari pronto alla sfida della Formula1

Alonso-Raikkonen: il 'dream team' Ferrari pronto alla sfida della Formula1

Fernando Alonso e Kimi Raikkonen con la Ferrari 2014

luca puerari

luca puerari

Biografia

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Cresce l’attesa per l’inizio del mondiale di Formula 1 2014. Si parte domenica 16 marzo dall'Australia con il primo dei diciannove Gran Premi che costituiscono il calendario della nuova stagione. 

Una stagione che si preannuncia ricca di novità anche in relazione alle modifiche imposte dal nuovo regolamento sia sul tipo di motore da adottare (torna il turbocompressore) che sui vincoli dal punto di vista dell'aerodinamica, senza dimenticare il quantitativo predefinito di carburante da utilizzare. Sarà un mondiale sorprendente e pieno di incognite e questo lo si è visto anche nei test di febbraio e di inizio marzo che hanno mostrato alcune scuderie in grande difficoltà. La Red Bull, che ha dominato con Sebastian Vettel gli ultimi quattro mondiali, ha palesato difficoltà tecniche e di affidabilità, restando addirittura ferma ai box in alcune sessioni di test. In ritardo evidente anche la Lotus, altra monoposto veloce nella passata stagione. Per contro ha fatto bene la Mercedes e si sono difese Ferrari, Williams e Force India. 

Le incognite sono tante e dunque bisogna fare attenzione ai pronostici. E' facile immaginare che il mondiale inizierà con equilibri che con il passare delle gare cambieranno. Sarà importante mettere punti in cascina nella prima parte della stagione che un po' tutte le squadre affronteranno con lo spirito di chi deve accumulare dati e informazioni. Poi la differenza la faranno i team che riusciranno a sviluppare il progetto iniziale migliorando il 'pacchetto' in termini di prestazioni e di affidabilità. 

Nelle prime gare la Mercedes dovrebbe essere la monoposto da tenere d'occhio. Con Hamilton e anche con Rosberg nei test si è rivelata molto veloce ma il vero limite è la scarsa affidabilità. La Red Bull è in ritardo: in inverno ha girato poco e solo negli ultimi test in Bahrain si è visto qualche timido progresso. 

La Ferrari merita un discorso a parte. Negli ultimi test sul circuito di Sakhir nel deserto del Bahrain ha girato un secondo dietro la Mercedes e tre decimi più lenta della sorprendente Williams dell'ex ferrarista Felipe Massa. L'impressione data dalla 'rossa' è stata comunque positiva: il pacchetto motore-aerodinamica appare buono e il team sembra avere margini di miglioramento. Anche per la Ferrari, in questa fase, più che la prestazione è importante l'affidabilità, la capacità di sfruttare al meglio le gomme e anche la capacità di risparmiare benzina, arma da sfruttare a proprio favore nella fase finale dei Gran Premi.

In Ferrari c'è grande attesa anche per vedere all'opera la nuova coppia di piloti: Alonso e Raikkonen. Non è cosa consueta avere due campioni del mondo che stringono tra le mani lo stesso volante e la scelta della casa di Maranello rappresenta una svolta strategica nella politica sportiva della Ferrari. Non più una prima e una seconda guida definita, come era sempre stato negli ultimi vent'anni, ma due piloti alla pari in grado di vincere entrambi gare e mondiale. Il dream team della 'rossa' potrebbe mettere in riga gli avversari ma i rischi di una rivalità interna troppo accesa potrebbero anche creare problemi di gestione, soprattutto nella seconda metà del campionato.

Infine una nota che vale per quello che vale ma è certamente una curiosità di cui gli appassionati possono tener conto. Per gli scommettitori Lewis Hamilton e Sebastian Vettel sono i principali favoriti per la vittoria del Mondiale. Alle loro spalle nei pronostici c'è Fernando Alonso. Seguono Rosberg e Raikkonen.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

09 Marzo 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000