il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione


#SPORTIVAMENTE

Olimpiadi invernali di Sochi 2014, l'Italia cerca personaggi

Olimpiadi invernali di Sochi 2014, l'Italia cerca personaggi

Armin Zoeggeler

luca puerari

luca puerari

Biografia

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Ogni quattro anni è la stessa storia: mancano poche ore alla cerimonia di apertura delle XXII Olimpiadi invernali di Sochi 2014 e si ha quasi l'impressione che i Giochi interessino poco...

Non è così. Gli appassionati degli sport della neve e del ghiaccio non mancano. La ragione vera del torpore che accompagna la vigilia di Sochi 2014 va cercata nel fatto che l'Italia non ha più personaggi e atleti capaci di catalizzare l'attenzione di molti e di 'fermare' il Paese (e non è un modo di dire). Pensiamo ad Alberto Tomba: i giovanissimi non ne hanno memoria ma chi viaggia oltre i 40 ha un ricordo chiaro di quello che accade una sera di fine febbraio del 1988. Era un sabato e su Rai1 c'era la serata finale del Festival di Sanremo. Ma quella sera l'unica cosa che contava era Alberto Tomba, detto la 'Bomba'. Il Festival si collega con le Olimpiadi di Calgary dove Tomba è al cancelletto di partenza per la seconda manche dello slalom speciale che disputa da favorito dopo l'oro conquistato nel gigante di qualche giorno prima. Si ferma il Festival e si ferma il Paese: oltre 20 milioni di persone davanti alla tv per una gara di sci. Ascolti irripetibili, quasi irripetibili anche per il calcio. La 'Bomba', invece, ripete l'impresa e concede il bis colorato d'oro.

Lo sport è storia di personaggi e di campioni. E l'Italia della neve e del ghiaccio, dopo Tomba e la Compagnoni, non ha più trovato personaggi. Ma i campioni, invece, ci sono. Uno è Armin Zoeggeler, uomo d'acciaio dello slittino azzurro, un cannibale 40enne dal palmares impressionante che a Sochi 2014 gioca le sue ultime carte a caccia dell'ennesima medaglia. L'altra campionessa è Carolina Kostner, splendida altoatesina del pattinaggio, che con le Olimpiadi ha un conto aperto che speriamo possa chiudere in questa 'campagna di Russia'.

E' tutto pronto: venerdì 7 febbraio la cerimonia d'apertura e poi le gare. Aspettiamo i nostri campioni e speriamo in qualche bella sorpresa tricolore. L'interesse attorno ai Giochi crescerà di giorno in giorno e anche il curling, con la 'mitica' scopetta in azione, ci terrà incollati alla tv. C'è da scommetterci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

06 Febbraio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000