il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione


Tanti auguri Doom

Scusi... sa indicarmi un bagno?

Scusi... sa indicarmi un bagno?

Simone Marcocchi

Simone Marcocchi

Biografia Atterrato su questo mondo, con in mano un joystick collegato ad un Commodore 64, Simone Marcocchi prova a leggere la vita attraverso la passione per i videogiochi, il cinema e le tecnologie. Attualmente si occupa di marketing IT e web, ha collaborato con la testata Eurogamer.it, si è occupato di tecnologia per la rivista V+ e collabora con Multiplayer.it LinkedIn: /simonemarcocchimedia Twitter: @SimoneMarcocchi

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

A vent’anni di distanza dalla sua uscita io, allora dodicenne (si non fate i conti please) ci andavo pazzo, volete sapere cosa ricordo di Doom?
  1. Era installato su un 386 e l’ho stragiocato… anche se a scatti (poi su un 486 sx ma le cose non sono state migliori fino ad un Pentium 133, ma questa è un’altra storia).

  2. IDDQD e IDKFA (codici per immortalità e tutte le armi) sono diventate le mie password quasi ovunque… ops, forse non dovevo dirlo questo.

  3. Ad uno SMAU di tanto, tanto tempo fa ho avuto modo di vederlo all’interno di un casco di realtà virtuale (salvo che poi tutto sia naufragato ed era abbastanza scomodo/nauseante).

  4. Quando partiva in DOS andava molto più velocemente di quando lo si eseguiva da Windows 95.

  5. Ancora oggi faccio l’imitazione dei mostri che si sentano nel gioco… uno poi è particolarmente facile visto che basta tirar su con il naso.

  6. Vederlo andare su uno smartphone è come un sogno realizzato.

  7. Ancora oggi, dal punto di vista audio, mette una strizza incredibile.

  8. E’ stato il primo gioco in cui ho installato vari mod… quello di Star Wars era il più riuscito (ma poi uscì Dark Forces che sfruttava lo stesso motore, ma questa è un’altra storia, ndr) e sono uscite tonnellate di livelli aggiuntivi… fatti tutti!

  9. Doom 2 era esattamente come Doom ma con nuovi livelli e una doppietta… si però c’era nascosto qualche schema di Wolfenstein 3D con la grafica rifatta e, soprattutto, potevi trovare la testa di John Romero (uno degli sviluppatori).

  10. Lo si giocava soltanto con le frecce… ora lo giochiamo solo con WASD.


12 Dicembre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000