il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione


Pikmin 3: il nuovo gioco della Nintendo

Pikmin 3: il nuovo gioco della Nintendo
Simone Marcocchi

Simone Marcocchi

Biografia Atterrato su questo mondo, con in mano un joystick collegato ad un Commodore 64, Simone Marcocchi prova a leggere la vita attraverso la passione per i videogiochi, il cinema e le tecnologie. Attualmente si occupa di marketing IT e web, ha collaborato con la testata Eurogamer.it, si è occupato di tecnologia per la rivista V+ e collabora con Multiplayer.it LinkedIn: /simonemarcocchimedia Twitter: @SimoneMarcocchi

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Nonostante Nintendo aggiunga un numero dopo il nome “Pikmin”, di fatto azzera il brand e fa una sintesi del meglio di questa serie in un nuovo frizzante capitolo in HD.

 

Cosa riserva il futuro per noi umani? Non si sa, quello che è certo è che, probabilmente, ci estingueremo, lasciando alla natura il compito di proseguire il cammino di vita che noi abbiamo cercato di impedirle. Un messaggio velato ma forte, quello naturalista di Pikmin, che invita ad una silenziosa riflessione, ma nello stesso tempo sottolinea quanto ogni singolo elemento intorno a noi possa essere così importante.


Si perché la Terra per gli alieni si chiama semplicemente PNF-404, o almeno è così per gli abitanti di Koppai, i quali si ritrovano senza risorse e decidono quindi di fare un salto sul nostro pianeta a “rubare” risorse per loro fondamentali per la sopravvivenza. E’ così quindi che conosceremo Alph, Brittany e Charlie, simpatici astronauti-caricature, ciascuno a bordo della propria veicolo, con il compito preciso di prelevare quei frutti che, trasformati in succo, potranno aiutarli a far ritorno sul loro pianeta… salvandolo dall’estinzione.


Per trovare i 66 frutti sparsi sul pianeta, fondamentali per la sintetizzazione e sfruttamento per il popolo Koppai, dovremo occuparci di comandare un piccolo esercito di “esserini” ai nostri ordini, una via di mezzo tra vegetali-animali dall’aria buffa e ciascuna razza dotata di una propria caratteristica incisiva: i pikmin rossi (resistenti al fuoco), quelli gialli (proiettabili a grande distanza e resistenti all’elettricità), blu (in grado di andare in acqua), rosa (sono quelli che volano) e grigi (i tank per eccellenza).


Le possibilità di giocare a questo titolo restano molteplici, con il pad o la coppia controller + nunchuck avrete infatti maggiore controllo sotto mano o miglior precisione negli spostamenti, il tutto senza alcuna difficoltà di apprendimento, qualora aveste provato uno dei titoli precedenti, o avere un curva di apprendimento piuttosto orientata verso il basso.


Una nota lasciatemela fare, dopo nove anni Nintendo riporta la serie su una sua console, una vera killer application (per buona pace di chi sostiene che i ragazzi di Kyoto sanno solo sfruttare gli stessi nomi all’infinito) ma qualcosa fa stridere leggermente i denti, nonostante la meraviglia proposta. Se da un lato, dal punto di vista grafico, siamo davanti ad un gioiello, che però sicuramente non sfrutta appieno la potenza di calcolo della console, dall’altro ci chiediamo come possa durare meno di venti ore (completandolo al 100%) come se lo sviluppo fosse stato bruscamente interrotto (e in quasi dieci anni non ce lo aspettavamo) forse per tentare di recuperare il prima possibile le vendite di WiiU. A quanto pare avremo presto dei DLC per aumentare l’esperienza di gioco (pochi o tanti, gratis o a pagamento lo sa solo Nintendo) ma vi posso assicurare che per quanto durerà quest’esperienza non vi annoierete nemmeno un minuto.


Da acquistare quindi? Bisogna riconoscere che Nintendo ami variare i suoi giochi ben differenti tra loro, questo è da sempre una caratteristica imprescindibile e qualora abbiate già salvato la principessa in New Super Mario Bros U e attendiate i Wonderful 101 consiglio vivamente di trascorrere il mese di agosto in compagnia di Pikmin 3.

@simosayan

28 Luglio 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000