il network

Lunedì 21 Maggio 2018

Altre notizie da questa sezione

in corso:


L'ETOLOGO DI PROVINCIA

Il duro lavoro del genitore: gli zii

Il duro lavoro del genitore: gli zii

Un gruppo di suricati

di provincia L'etologo

di provincia L'etologo

Biografia

Il Regno degli animali ha suscitato, nel corso del tempo, un grande interesse nell'animo umano. Dai tempi di Aristotele fino a quelli più recenti di Lorenz, questi esseri viventi sono stati studiati e analizzati grazie al gran numero di ore spese nella loro osservazione. Da queste analisi si  sviluppata un altra disciplina, l'etologia o studio del comportamento animale, che ha fatto luce sull'evoluzione del comportamento umano e non.

Questo blog tratta del comportamento animale, con articoli che permettono di riflettere sulle azioni e sulle possibili emozioni di queste fantastiche creature viventi che chiamiamo semplicemente "animali".

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

I genitori hanno uno dei compiti più importanti che la vita possa dare: occuparsi della salvaguardia e della salute dei loro piccoli! Per noi questo accudimento è molto più semplice se confrontato con il resto dei mammiferi esistenti. Oltre ad avere una società che permette la sopravvivenza di gran parte degli individui, la cura della prole è garantita anche da persone che non rientrano nel nocciolo del nucleo familiare (i genitori) ma anche da altre persone che compongono la famiglia (zii e nonni) e da altre che sono esterne a questo gruppo, ma intimamente connesse. Oggi parleremo degli zii.

Esistono davvero zii che aiutano la famiglia di un loro parente a crescere e a prosperare? Abbiamo visto come le madri e i padri svolgono un ruolo attivo e, gran parte delle volte, molto stancante (utilizzo di risorse energetiche) per permettere ai loro piccoli di sopravvivere e riprodursi. Ma non solo; durante la più tenera età il genitore insegna ai piccoli ciò che lui ha appreso durante la sua vita. Questi insegnamenti vengono poi modificati e trasmessi alle generazioni successive.

Gli zii sono delle figure molto particolari all'interno dell'organizzazione di quegli animali che definiamo sociali, cioè con una gerarchia o un ordne sociale, per esempio lo sciacallo, il lupo, le scimmie antropomorfe e non, il suricata.. Il loro compito è quello di aiutare la cucciolata a sopravvivere, da questo deriva il nome "tecnico", aiutanti.

All'interno del gruppo/famiglia vi è un unica coppia (alfa) che ha il privilegio di riprodursi, per questo gli zii o i fratelli/sorelle nati/e dalle precedenti cucciolate utilizzano le loro riserve energetiche per far sopravivere cuccioli non loro; questo comportamento altruistico che non migliora la loro fitness (la probabilità di produzione della prole) permette allo stesso tempo di far sopravvivere i geni della famiglia! Il principio di fondo è quello della sopravvivenza. I nostri più stretti familiari posseggono un corredo genetico più simile al nostro che qualsiasi altro individuo su questa terra. La funzione degli zii che non possono riprodursi ha lo scopo di trasmettere alle generazioni future gran parte di quel corredo genetico. Vincono sia i genitori perchè la loro fitness riproduttiva aumenta, e vincono anche gli zii perchè la famiglia ha più possibilità di riprodursi.

Questi individui possono aiutare a difendere la cucciolata, tenerli d'occhio quando i genitori sono occupati o, come nei lupi, occuparsi dell'alimentazione sia dei cuccioli sia della madre. Per quanto questo significato biologico del comportamento altruistico degli aiutanti sembri egoistico e apatico, in esso possiamo vedere la flebile luce che spiega da dove nasce l'amore familiare. Questa ultima frase, pur essendo “poco scentifica”, è plausibile, considerando il fatto che secondo la scienza l'amore extra genitoriale ed extra coniugale non dovrebbe nemmeno esistere biologicamente e la prima grande eccezione è proprio l'uomo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

01 Dicembre 2015