il network

Lunedì 19 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione


L'ETOLOGO DI PROVINCIA

Emozione Animale - Emozione Umana

Emozione Animale - Emozione Umana
di provincia L'etologo

di provincia L'etologo

Biografia

Il Regno degli animali ha suscitato, nel corso del tempo, un grande interesse nell'animo umano. Dai tempi di Aristotele fino a quelli più recenti di Lorenz, questi esseri viventi sono stati studiati e analizzati grazie al gran numero di ore spese nella loro osservazione. Da queste analisi si  sviluppata un altra disciplina, l'etologia o studio del comportamento animale, che ha fatto luce sull'evoluzione del comportamento umano e non.

Questo blog tratta del comportamento animale, con articoli che permettono di riflettere sulle azioni e sulle possibili emozioni di queste fantastiche creature viventi che chiamiamo semplicemente "animali".

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Perchè ci ostiniamo a credere che gli animali siano inferiori a noi, quando una volpe seppellisce un altra volpe, come racconta Marc Beckoff (il fatto è stato osservato da lui stesso durante una passeggiata in bici), e questo gesto potrebbe essere confrontato alle nostre funzioni funerarie? E che dire del giovane scimpanzé osservato da Jane Goodall che, dopo la morte della madre, si è lasciato andare fino a morire di stenti; proprio come se qualcuno perdesse una persona molto cara e trascorresse molto tempo, se non tutta la sua esistenza, in uno stato di apatia e di disperazione talvolta suicida? Gli elefantini per non perdersi si prendono per la coda l'un l'altro, proprio come un bambino afferra le mani del proprio genitore o di altri bambini per sentirsi più al sicuro.

Negli ultimi tempi le lotte tra animalisti, scienziati e capitalisti sembrano non finire mai e a volte si favorisce solo una parte, senza pensare ai rischi che questa scelta può portare. Una persona è, in generale, un involucro di carne che racchiude un intricato sistema di emozioni, dove sono quelle complesse a muovere la sua cosiddetta "umanità". D'altro canto, gli animali sono esseri semplici, con sensazioni ed emozioni semplici e che presentano in modo differente in base al proprio archivio genico, ma non è detto che essi presentino tutte quelle emozioni che anche noi proviamo. Perciò ogni animale possiede un set di emozioni che coltiva nella sua esistenza. Noi umani abbiamo il "set completo" ed è forse per questo che inconsciamente pensiamo che l'uomo sia l'animale più evoluto del mondo, anche se in realtà questo non è così sul evoluzionistico.

Mi capitò un giorno di osservare le mie due cricetine Roborovsky, bibi e birba, che si stavano azzuffando. E' una cosa normale nel mondo dei criceti, anche se questa particolare specie è perlopiù molto pacifica. Osservandole meglio vidi che solo una (bibi) stava malmenando l'altra e lo faceva per avere il possesso totale dei semi. Il litigio sembrò finire li, perchè tutte e due si addormentarono l'una sull'altra, come se tutto fosse tornato alla normalità, ma questo episodio durò per molti giorni finchè non dovetti separarle definitivamente. Bibi era stata egoista, perchè questo suo modo di arraffare tutto finiva nel momento in cui l'oggetto della disputa cessava di esserci.


Molti di questi animali si sono formati prima di noi e con loro anche le loro caratteristiche emozionali. Con questa ultima analisi sembra che l'uomo abbia imparato ad ampliare il suo "set emozionale" osservando gli animali. Questo processo può essere stato possibile grazie alla graduale liberazione dall'istinto, che ha portato ad una maggior consapevolezza nell'uomo su quello che accadeva intorno a lui, sui suoi rapporti con altri ominidi e su se stesso. L'uomo infatti ha imparato a creare quello che in natura era già presente, solo in modo "migliore" o "peggiore" in base ai punti di vista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

10 Novembre 2015