il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione


Magic Duels: Origins - PC Steam

Magic Duels: Origins - PC Steam
Simone Marcocchi

Simone Marcocchi

Biografia Atterrato su questo mondo, con in mano un joystick collegato ad un Commodore 64, Simone Marcocchi prova a leggere la vita attraverso la passione per i videogiochi, il cinema e le tecnologie. Attualmente si occupa di marketing IT e web, ha collaborato con la testata Eurogamer.it, si è occupato di tecnologia per la rivista V+ e collabora con Multiplayer.it LinkedIn: /simonemarcocchimedia Twitter: @SimoneMarcocchi

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Dal 1993 ad oggi Magic The Gathering ha un seguito enorme, nonostante lo spendido Hearthstone ne abbia approfittato per guadagnare, in digitale, dove il fratello non ha battuto chiodo, ma ora?

L’ultima incarnazione di Magic Duels, gioco nato nel 2009, apparso su Xbox Live Arcade, nei titoli estivi in anteprima, che permetteva di giocare con il titolo ideato da Richard Garfield, fu salutato con un certo calore sia dagli appassionati, che dai curiosi. Nonostante nei fatti il risultato fu una sorta di enorme demo, che permetteva di testare la versione “fisica” delle espansioni in commercio, il gioco Stainless Games ha da sempre avuto un prezzo super budget (meno di 20 euro, espansioni comprese) e di far giocare per quasi un centinaio di ore. L’ultima realizzazione sarà anche l’ultima in modo assoluto. Questo card game infatti diventa a tutti gli effetti free-to-play, ma nel migliore dei modi possibili. A differenza di Hearthstone infatti con questa versione digitale avremo sia il single player che il multiplayer online ed offline, con la differenza che si potrà addirittura non pagare nulla per giocare dall’inizio alla fine.

La modalità Storia infatti è sufficiente per dare a tutti la possibilità di comprendere alcune strategie base del gioco, ma anche dettagli sulle nuove carte ed abilità, per un totale di 5 campagne, ciascuna da 5 sfide, che in definitiva vi darà un totale di 150 monete d’oro a campagna. Questa valuta e il totale appena citato, sarà il necessario per portare a casa una busta di carte. Ciascuna infatti si compone di 6 carte, che si sbloccheranno dal totale attualmente disponibile, per permettervi di costruire mazzi “custum” contro avversari umani o IA avversaria (anche offline). Saranno infatti disponibili anche alcune missioni giornaliere, per recuperare il credito virtuale, per sfidare l’IA del computer. Il problema è che si potranno usare solo mazzi creati al computer, se sceglierete i vostri non sbloccherete la riuscita della missione, in compenso vincendo la partita porterete a casa le “monete della vittoria”, in base al livello di difficoltà scelto – facile – medio – difficile.

Nel multiplayer, oltre ad amici ed avversari umani, torna a gran voce anche il “Two Head Giant”, ovvero la possibilità di sfidare avversari umani, giocando con gli amici. Nel caso uno “mollasse”, subentrerà immediatamente l’IA, fino al completamento della stessa, con tanto di classifica e posizioni da scalare.

CONCLUSIONI
Giunge in ritardo per ingraziarsi gli amanti del nuovo titolo Blizzard, considerando in che modo si sia ispirato, detto ciò questo è assolutamente il gioco della serie Duels definitivo, in tutti i sensi, non costa nulla ed è divertente per sbloccare nuove carte. Se vi piace il genere un'occhiata è d'obbligo!

TUTORIAL
Ho registrato alcuni video per aiutarvi a capire meglio il gioco:

>>> Cliccate qui per avere la "Guida Base del gioco"

>>> Cliccate qui per scoprire le "Missioni"

>>> Cliccate qui per vedere il "Gioco in multiplayer"

>>> Cliccate qui per addentrarvi nella "Modalità Storia"

20 Agosto 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000