il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione


Final Fantasy XV - Episode Duscae - anteprima PS4

Final Fantasy XV - Episode Duscae - anteprima PS4
Simone Marcocchi

Simone Marcocchi

Biografia Atterrato su questo mondo, con in mano un joystick collegato ad un Commodore 64, Simone Marcocchi prova a leggere la vita attraverso la passione per i videogiochi, il cinema e le tecnologie. Attualmente si occupa di marketing IT e web, ha collaborato con la testata Eurogamer.it, si è occupato di tecnologia per la rivista V+ e collabora con Multiplayer.it LinkedIn: /simonemarcocchimedia Twitter: @SimoneMarcocchi

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

“Assaggiamo” la demo di Final Fantasy XV, a parecchi mesi di distanza dall’uscita, per comprendere a che punto siamo con il lavoro di Square Enix sul titolo di punta di questa saga.

 

Ci svegliamo in una tenda da campeggio, accanto a personaggi che nonostante abbiano improbabili pettinature, mantengono perfettamente la piega dei loro capelli, vaporosi e assurdi. Anche i vestiti vanno ben oltre lo stiloso, con le suole rosse che sembrano brillare ad ogni passo.
Questo è il primo colpo di scena del quindicesimo capitolo di Final Fantasy, anche se la numerazione dei titoli che ne portano il nome e spin-off vari sarebbe di gran lunga superiore. Questa demo si svolge nella regione di Duscae, da cui prende il nome, e ci vede nei panni di Noctis (unico personaggio utilizzabile) che al risveglio, nonostante ci sia del buonumore generale dei suoi compagni di avventura, ha il problema di aver distrutto la macchina e naturalmente nessuno ha il becco di un quattrino. Girando per la zona scoprono che abbattendo un Behemot - mostro a quattro zampe di proporzioni titaniche - avrebbero i soldi necessari alle riparazioni e così decidono di partire all’esplorazione. Tutto questo è in realtà la base di una tech-demo molto rischiosa, in mano a tutti i possessori di una copia di Type-0, in quanto potrebbero prenderla per demo effettiva e restarne amaramente delusi, prima dell’acquisto finale. Sia la missione principale che quelle secondarie infatti sono piuttosto banali e senza mordente, ma hanno lo scopo di provare una serie di meccaniche di combattimento e obbligare il giocatore ad affrontare i primi nemici nella zona. Niente erba alta per combattere in modo casuale, ma passeremo vicino a zone con animali che potremmo ingaggiare noi o subirne l’attacco. Il sistema di combattimento è davvero ben fatto, nelle fondamenta, e rappresenta un sistema action ed una combinazione di tasti, oltre ad una prontezza di riflessi, necessaria ad eseguire la pressione di alcuni tasti al momento giusto, già presente in FF13.

Non è però chiarissimo e non è spiegato bene, ci si deve prendere la mano e alcune cose potrebbero sfuggire ad una prima lettura veloce, ma col tempo si comprende quanto in realtà sia efficace. La zona da girare a piedi è ampia, assurdo che nella corsa ci si debba stancare, non brilla di nulla che non stanchi dopo aver girato a vuoto per un po’ di tempo, ma il motore grafico è piacevole, anche se necessita di molto lavoro per essere migliorato, oltre ad un frame rate ballerino che su PS4 non si può vedere.


Sono certo che la versione finale offrirà missioni secondarie interessanti, la stessa del Behemot è noiosissima, con un quick time event inutile ed una fuga pietosa, ma non voglio giudicarlo sotto il profilo contenutistico bensì tecnico. Questo potrebbe essere il prossimo Final Fantasy, come non è stato il 13, che porterà alla saga nuovi adepti che da 7 in poi si aspettano sempre il ritorno di un grande, grandissimo capitolo (e che godranno del remake a breve).


CONSIDERAZIONI FINALI
Quella di Episode Duscae non va interpretata come demo vera e proprio, o almeno io la voglio interpretare in questo modo, ma solo come tech-demo per poter comprendere come si potrebbero svolgere determinate situazioni tipo nel gioco e il nuovo sistema di combattimento. Quest’ultimo infatti, nonostante necessiti di una bella limata, è piacevole ed aggiunge una bella innovazione alla serie, il motore, le quest e la varietà dei nemici sarà tutt’altro, ma abbiamo un anno di circa di distanza per vederne i cambiamenti.

21 Giugno 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000